menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uno picchia la madre per la droga, l’altro perseguita la ex: arrestati

I carabinieri di Ugento sono intervenuti in un'abitazione, infilando le manette ai polsi del figlio 25enne della donna che li aveva contattati, mentre quelli di Casarano hanno accompagnato in carcere un uomo ritenuto responsabile di stalking

UGENTO/CASARANO - Due uomini violenti sono finiti in carcere nelle scorse ore, il primo, per aver picchiato la madre, dalla quale pretendeva i soldi per acquistare la droga, l’altro per aver continuato a perseguitare la ex, nonostante fosse già stato sottoposto al divieto di avvicinamento.

Nel primo caso, a eseguire l’arresto sono stati i carabinieri della stazione di Ugento, giunti in casa della malcapitata, proprio mentre veniva aggredita dal figlio 25enne, che era riuscita a contattarli telefonicamente. Diversi i traumi contusivi riscontrati dal personale medico sul corpo della vittima, ritenuti guaribili in sette giorni.

Quanto all’uomo accusato di stalking, i carabinieri di Casarano lo hanno accompagnato nel penitenziario di “Borgo San Nicola”, su disposizione del giudice, all’esito degli ultimi sviluppi delle indagini già aperte sul suo conto. In particolare, negli ultimi giorni, l'indagato avrebbe ripreso a vessare la donna con la quale aveva avuto una relazione, ricorrendo anche a minacce come quella di dovergli consegnare le credenziali d’accesso ai profili social e altri dati utili per accedere da remoto al suo cellulare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento