Vaga per la strada seminudo, aggredisce i carabinieri e sfascia l'ambulanza

Serata di follia a Calimera dove un 52enne, noto alle cronache per episodi simili, è stato sottoposto a trattamentto sanitario

LECCE – Torna alle cronache S.D., il 52enne di Calimera già protagonista di vari episodi di follia tra le vie della sua città. L’ultimo episodio è avvenuto giovedì sera: il 52enne si è presentato all’interno di un esercizio commerciale vestito solo con un accappatoio, litigando con un cliente per poi allentarsi.

Allertati da alcuni cittadini, i carabinieri lo hanno rintracciato nelle vicinanze della sua abitazione. Alla vista dei militari l’uomo li ha minacciati, cercando di colpirli con un bastone. Poi ha cercato di aspirare con un tubo della benzina dalla sua Ape Piaggio per appiccare un incendio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 52enne è stato quindi immobilizzato dai carabinieri, che hanno chiesto l’intervento del 118. Caricato all’interno dell’ambulanza, ha reagito provocando numerosi danni, in corso di quantificazione. Una volta sedato è stato trasportato nell’ ospedale di Galatina e sottoposto a ricovero. Per lui è scattata anche la denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

Torna su
LeccePrima è in caricamento