Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Violenze, percosse e minacce all'ex compagna: condannato a sette anni

Una storia d'amore che in breve si era trasformata in un incubo e che è sfociata in una condanna. Il 35enne fu arrestato per stalking, lesioni personali aggravate, furto aggravato e violenza sessuale. Reati per cui è stato condannato a sette anni di reclusione dai giudici della seconda sezione penale

LECCE – Una storia d’amore che in breve si era trasformata in un incubo e che è sfociata in una condanna. La vicenda ha avuto inizio nell'estate del 2014 quando, presso la caserma dei carabinieri di Vernole, si è presentata una donna che ha raccontato ai militari di aver avuto una relazione sentimentale e di convivenza con Giovanni Assenzio, 35enne, originario di Salice Salentino. La relazione si è interrotta per il comportamento violento, reiterato, dell’uomo.

Nella denuncia la donna riferìdi una serie di violenze di cui era vittima, tra cui la sottrazione di un telefonino, aggressioni fisiche e imposizioni di rapporti sessuali. La vittima, esasperata per le continue prevaricazioni e violenze, consumate soprattutto tra le mura domestiche, trovò la forza di ribellarsi. Un giorno, nel tentativo di raggiungere la sede dei carabinieri di Vernole con la propria autovettura, furaggiunta e bloccata da Assenzio che, per impedirle di denunciarlo, la colpì con un pugno allo stomaco, costringendola alle cure presso il pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce.

ASSENZIO GIOVANNI-2-2-2Riuscì comunque a denunciare i fatti ai carabinieri che iniziarono a indagare per trovare riscontri, il tutto su delega dell’autorità giudiziaria. Nel corso di questi accertamenti, i carabinieri scoprirono che Assenzio già in passato aveva avuto analoghi atteggiamenti nei confronti di un’altra donna, ed era stato arrestato. Un elemento che aveva portato la nuova compagna a ribellarsi alla condizione di sopraffazione, in presenza di un crescendo di atti persecutori e violenze.

Il 35enne fu arrestato per atti persecutori (stalking), lesioni personali aggravate, furto aggravato e violenza sessuale aggravata. Reati per cui è stato condannato a sette anni di reclusione dai giudici della seconda sezione penale. L'imputato dovrà anche risarcire l'ex compagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze, percosse e minacce all'ex compagna: condannato a sette anni

LeccePrima è in caricamento