rotate-mobile
Eventi Centro

"Vivere a viso aperto" il nuovo romanzo di Walter Cerfeda

Appuntamento martedì 18 luglio alla Biblioteca Bernardini di Lecce con l'economista e scrittore che vive tra le Marche e il Salento per la presentazione del suo nuovo libro edito da Il Raggio Verde. Dialogherà con lui lo scrittore e docente Pino De Luca. Interverrà l'artista Carla Sello che firma l'immagine in copertina

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

LECCE - Si intitola “Vivere a viso aperto” il nuovo libro di Walter Cerfeda, economista e scrittore, che sarà presentato nel chiostro della Biblioteca Bernardini il 18 luglio (ore 19 con ingresso libero). Il libro, edito da Il Raggio Verde, è impreziosito dall’immagine in copertina a firma dell’artista Carla Sello. Dialogherà con l’autore lo scrittore Pino De Luca, modererà l’incontro la giornalista Antonietta Fulvio. Ambientato negli anni Settanta, tra l’Italia, la Svizzera e la Spagna, il libro indaga il rapporto sulla libertà in relazione ai contesti in cui si vive, familiari, sociali, professionali e politici.

La libertà è sempre figlia del pensiero di ogni essere umano. Ma se pensare è libertà, le azioni originate dal proprio pensiero devono riuscire a trovare un equilibrio con il pensiero degli altri per permettere la convivenza civile. Nel tempo che stiamo attraversando (globalizzazione, crisi, covid, guerra) l’accumulo di impotenza ha generato prima rabbia, poi rancore e infine sempre più intolleranza e cattiveria, la cui ultima involuzione, specie sul piano politico, è quella della perfidia. Diviso in quattro parti, la narrazione ripercorre le vicende dei protagonisti, Luis Heredero e Gianni Cassano, la loro amicizia attraversa la dittatura franchista, il tema sempre attuale dell’emigrazione per ritrovarsi, dopo gli eventi drammatici della pandemia e della guerra in Ucraina, a tirare le somme del proprio vissuto guardando al futuro incerto che ci attende. L’opera in copertina è CIRCEO” tecnica: polimeri fusi su legno, 20 x 31 cm, 2020 di Carla Sello

Nato a Bari nel 1947, Walter Cerfeda vive tra le Marche e il Salento. Narratore e saggista, ha vinto nel 1967 il Premio “Firenze” con il libro “Il diaframma dell’infelicità” (ed. Kursaal), pubblicando in seguito “L’altra faccia della rifondazione” e “L’accordo della discordia” (Ediesse 1988); “Un nuovo contratto sociale” (Ediesse 1992); “Lunedì” (Albatros 2009); “I pupari “(Albatros 2009), opera finalista al Premio “Mario Soldati”, menzione d’onore al Premio “Le Muse” di Pisa, terzo posto per opera inedita al Premio “Città di Castello”; “Solstizio d’inverno” (Albatros 2010); “Senza preavviso” (Manni 2012); “La nuova Europa” (Ediesse 2013); “Domani” (Albatros 2014). Per i tipi de Il Raggio Verde edizioni sono stati pubblicati “Allegoria” (2016), “Coprifuoco. La Primavera araba, l’Isis, i barconi e Noi”, 2018, “Discorso sull’economia nel tempo del sovranismo”, 2019, “Cristalli” (2021). Nel 2020 è stato insignito del Premio Marzano. Nel 2022 ha pubblicato il saggio di economia “Alla fine della notte” ed. Riace. Collabora con numerose riviste nazionali e internazionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vivere a viso aperto" il nuovo romanzo di Walter Cerfeda

LeccePrima è in caricamento