menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In albergo personale sanitario e cittadini in quarantena: idea per fermare il contagio

Confronto tra Regione Puglia, protezione civile, associazioni di categoria per ospitare medici e paramedici che volessero isolarsi dalla propria famiglia e persone che sono state a contatto con casi accertati

LECCE – Si è messa in moto la filiera istituzionale per mettere a disposizione della protezione civile alcune strutture alberghiere della regione per ospitare operatori sanitari che volessero isolarsi dalla propria famiglia e coloro che devono osservare la quarantena per essere stati in contatto diretto con un caso accertato. Secondo la protezione civile, solo per quest’ultima categoria, i pugliesi potenzialmente coinvolti da questa misura potrebbero essere mille e 500.

Di questo possibile strumento nell'ambito delle misure di contenimento della diffusione del nuovo coronavirus, se ne è discusso oggi nel corso di una video conferenza tra l’assessora all’Industria turistica e culturale, Loredana Capone, il responsabile delle protezione civile per la Puglia, Mario Lerario e i rappresentanti di Confcommercio, Confesercenti, Confidustria e Confcooperative. Il passo successivo, in tempi brevi, è quello della firma di un protocollo.

L’esponente del governo regionale ha dichiarato: “Ci rendiamo conto della situazione drammatica per gli operatori del turismo e, anzi, stiamo varando anche nuove misure per il sostegno economico in questo difficile momento. E siamo consapevoli che la emergenza sanitaria viene al primo posto; ringraziamo per questo quanti in questo difficile momento sono disponibili ad offrire le proprie strutture per aiutare il lavoro della Protezione Civile nel contenimento del contagio nella nostra regione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento