Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

Strade piene di buche: in città aperti i cantieri per il piano di manutenzione

Il settore Lavori Pubblici del Comune ha censito le vie più dissestate. Un nucleo tecnico, inoltre, in caso di anomalie nel ripristino, sollecita le ditte che hanno realizzato scavi per la posa di tubi e fibre

LECCE – È in corso di attuazione il piano di manutenzione e rifacimento del manto stradale da parte del settore Lavori Pubblici del Comune di Lecce. E qualcuno sui social scherza: “Ma non siamo in campagna elettorale”.

Dopo un censimento delle vie più dissestate i primi interventi a essere realizzati hanno interessato Lupiae, Bari, Egidio Reale, B. Moroni e Via Vecchia San Pietro in Lama. Da qualche giorno altri sono in corso nelle vie Giusti, Duca D'Aosta e Premuda. A partire dalla fine del mese di maggio, si procederà con via G. Zanardelli, via G. Chiriatti, viale O. Quarta, piazzale O. Massari, via Santa Maria dell'Idria, via G. De Jacobis, viale dell'Università, via O. Ducas, via G. Massaglia, viale G. Grassi (tratto compreso tra via San Pietro in Lama e via Ninfeo) e via dei Ferrari. 

I lavori (completati, in corso e in programma) prevedono la fresatura di asfalto, la parziale risagoma, il tappetino e la segnaletica orizzontale. “Stiamo effettuando una vera e propria opera di restyling delle strade della città – ha dichiarato il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Delli Noci - molte delle quali appaiono dissestate a causa delle copiose piogge di questi ultimi mesi e, soprattutto, a causa di una mancata manutenzione negli anni. Abbiamo sbloccato dei progetti degli anni scorsi, che prevedevano queste azioni, e stiamo procedendo a mettere in sicurezza le strade che necessitano di interventi immediati. L'obiettivo principale è garantire maggiore decoro e una maggiore sicurezza stradale a tutti i cittadini. Stiamo predisponendo ulteriori interventi nel nuovo Piano Triennale delle Opere Pubbliche per ripristinare il manto stradale anche di altre zone della città”.

Il piano si affianca a quello già avviato nel mese di marzo dal nucleo operativo del settore Lavori pubblici che si occupa di controllare il corretto ripristino del manto stradale dopo gli scavi eseguiti per la posa di cavi a fibre ottiche, tubazioni e sottoservizi. In caso di anomalie, le ditte interessante sono invitate a intervenire in tempi stretti.

Messuti: "Progetti fermi per un anno"

Sentitosi chiamare in causa, l'ex assessore ai Lavori Pubblici, Gaetano Messuti presenta una lettura diversa ponendo una domanda: "Credo sia opportuno e doveroso chiedere invece all’assessore Delli Noci, come mai e perché questi due progetti in analisi, finanziati durante la vigenza del mio assessorato, appaltati nel 2016, con una consegna lavori avvenuta nel 2017, sono in realtà rimasti fermi fino ad oggi, cioè per quasi un anno. Cosa ci poteva essere di più urgente se non avviare immediatamente dei cantieri per la sicurezza della mobilità cittadina"?

"Mi stupisce - prosegue l'ex vice sindaco - ritrovare a distanza di mesi lo stesso atteggiamento nel caro Alessandro, il quale invece di maturare politicamente tende a commettere sempre le stesse cadute di stile, poiché  a distanza di quasi un anno di vigenza del proprio assessorato, invece di stupire noi ed i cittadini con proprie opere degne del proprio genio politico e personale, continua a cercare riflettori accesi denigrando il lavoro fatto da un’amministrazione nella quale lui stesso sedeva alla destra del sindaco Perrone".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade piene di buche: in città aperti i cantieri per il piano di manutenzione

LeccePrima è in caricamento