Sabato, 19 Giugno 2021
Politica Centro / Piazza Sant'Oronzo

Concerto di San Silvestro in piazza e Capodanno dei popoli: il programma

Dalle 21 in piazza Sant'Oronzo con le esibizioni de La Municipal e Crifiu Aprés La Classe. Nel pomeriggio la consueta festa multietnica

Una foto della presentazione del Capodanno dei popoli.

LECCE - Aprés la Classe, Crifiu, La Municipàl si esibiranno domani sera in piazza Sant'Oronzo per il concerto di San Silvestro nell'ambito della rassegna "Suoni a Sud Est" del Comune di Lecce, in collaborazione con Molly Arts. 

Dalla patchanka alle sonorità del Mediterraneo, dal rock alle selezioni musicali di Manu Funk, i ritmi inonderanno un pubblico sicuramente numeroso e desideroso di festeggiare nel migliore dei modi l'inizio del 2017. L'orario di inizio è previsto alle 21. Si parte con il dj set di Manu Funk, chitarrista e frontman dei BundaMove. A seguire sul palco La Municipàl che proporrà i brani del il disco d’esordio “Le nostre guerre perdute”, prodotto dall'etichetta La Rivolta Records e sostenuto da Puglia Sounds Record. L’atteso lavoro comprende le nuove canzoni composte da Carmine Tundo (chitarra e voce) e Isabella Tundo (piano e voce). Il disco racchiude dodici bollettini di guerra: sullo sfondo stazioni, vie del centro e i peggiori bar della provincia. A parlare, i propri fantasmi interiori, intenti a banchettare allegramente.

Dalle 23 partirà il conto alla rovescia con i Crifiu che mescolano i suoni del Mediterraneo al rock e all'elettronica contemporanea. Il loro lavoro più recente “A un passo da te” è un album contemporaneo nelle tematiche e nei suoni, tra pop, rock e world music, dal forte impatto musicale ed emotivo, che conserva le coordinate sonore ormai riconoscibili della band: chitarre, frequenze basse, flauti, potenti groove, melodie mediterranee e ritmiche del mondo, pop e poesia. L’'album vanta, inoltre, la produzione artistica di Arcangelo “Kaba” Cavazzuti, già batterista di Vasco Rossi e Biagio Antonacci e produttore di numerosi dischi italiani e, tra i tanti ospiti, anche i Boom da Bash nella hit “Al di là delle nuvole”.

Dopo gli auguri e il classico brindisi il primo giorno del 2017 si aprirà con gli Après La Classe. Cesko (voce, Synth, chitarre), Puccia (voce, fisarmonica, Tastiere), Combass (basso, cori), Giammy (batteria) e Alex (chitarra), da 20 anni portano in giro in tutta Italia il loro inconfondibile sound. Dopo il fortunato singolo estivo “El Presidente”, la band è al lavoro sul prossimo disco di inediti a circa tre anni di distanza da “Riuscire a volare” album prodotto da Colorsound, distribuito da Universal. Durante il concerto gli Après La Classe proporranno tutti i loro successi come Paris, Mammalitaliani, Di Mare in Mare, Riuscire a Volare, Questa vita e tanti altri.

Ma gli appuntamenti organizzati dal Comune di Lecce proseguono anche nelle ore successive. Ritorna infatti anche quest’anno “Il Capodanno dei popoli”, manifestazione che per anni si è tenuta all’interno di Palazzo dei Celestini (sede della Provincia e della Prefettura di Lecce) e che come lo scorso anno sarà ospitata all’interno dell’area del Mercatino delle Arti e delle Etnie di viale Aldo Moro a Lecce. L'appuntamento è fissato per domenica  a partire dalle ore 18.30.  

L'evento è stato presentato questa mattina a Palazzo Carafa. “E' una belissima manifestazione – afferma Veonica Merico, presidente del Consorzio del Mercatino delle Arti e delle Profesisoni – perché parla apertamente di integrazione e di intercultura. Questo è un posto dove tutte le etnie presenti sul nostro territorio convivono in maniera serena e pacifica, un luogo unico, dove arte cultura sapori, profumi e luci si fondono. Ringrazio l'amministrazione comunale per il sostegno avuto. Ad aprire l'evento sarà un momento di preghiera al quale prenderanno parte i rappresentanti di tutte le confessioni religiose, poi il via ai banchetti, alle manifestazioni artistiche e a tante altre iniziative”.

“Il Mercatino dell Arti e delle Etnie – ha sottolineato il sindaco Paolo Perrone - è un luogo dove si incontrano le diverse culture. Come amminsitrazione abbiamo proseguito nel percorso avviato anni fa per dare spazio a commercianti e artigiani di tante etnie che vivono a Lecce. Certo, sinora ha fatto registrare un successo a metà, ma iniziative come queste diventano un'occasione importante per conoscere questo luogo. Invito, dunque, i miei concittadini a fare una passeggiata in viale Moro per ammirare rappresentazioni artistiche, assaporare piatti tipici e osservare le esposizioni artigianali e commerciali grazie ai manufatti provenienti da diversi paesi”.

L'assessore alle Attività Produttive, Luciano Battista ha ringraziato la presidente del consorzio, Veronica Merico “per l'impegno profuso per il rilancio di questa bella struttura. Iniziative come queste servono a legare il Mercatino al resto della città”. Per il giorno di Capodanno è prevista la partecipazione di 16 nazionalità: Filippine, Egitto, Ecuador, Brasile, Messico, Marocco, Senegal, Cina, India, Sri-lanka, Kenya, Etiopia, Tunisia, Cuba, Egitto, Sudan, Iran, la comunità rom, Italia; quest’anno saranno presenti anche i rappresentanti delle Comunità europee, come quella rumena o greca con le danze tipiche del loro paese d'origine.

Per l’occasione all’interno dell’area del Mercatino saranno allestite una serie di pagodine, dove ogni nazionalità preparerà i propri piatti tipici: dal riso gerbi della tunisia, ai tacos messicani, al chapati indiano al cous cous marocchino, ai panini arabi, all’ingerà etiope. Quest’anno l’evento sarà ancora più ricco perché l’area mercatale ospiterà tanti banchetti di artisti del proprio ingegno e altri espositori provenienti dalla Puglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerto di San Silvestro in piazza e Capodanno dei popoli: il programma

LeccePrima è in caricamento