rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Una città più pulita

Cinque aree per la manutenzione del verde, Lupiae punta sui servizi integrati

Il servizio verrà svolto, nel 2022, con il coordinamento del settore Ambiente che ha messo a punto un nuovo sistema: tutti gli spazi verdi saranno coperti a rotazione. Disponibile anche il calendario degli interventi

LECCE – Lupiae servizi rimarrà l'unica ditta a gestire, in maniera integrata, tutti i servizi di manutenzione del verde in città. La novità è prevista a partire dal nuovo anno, grazie alla sottoscrizione del nuovo contratto per lo sfalcio, la potatura, il diserbo chimico e tutte le altre attività che fino alla fine di ottobre erano state affidate ad una ditta esterna.

Il servizio verrà svolto con il coordinamento del settore Ambiente che ha già messo a punto un nuovo sistema: si parte dalla suddivisione del territorio comunale in cinque macroaree, e tutti gli spazi verdi del capoluogo saranno coperti a rotazione. In ogni area è previsto un intervento di circa due settimane e nel 2022 sarà pubblicato anche il relativo calendario, a beneficio dei residenti.

Tutti i dettagli della nuova gestione sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta questa mattina presso l'Open space di Palazzo Carafa.

Le dichiarazioni degli amministratori locali

“Il 16 novembre del 2021, con delibera comunale numero 443 è stato approvato questo modello di affidamento in house providing, in via sperimentale e per un anno -ha precisato l'assessore all'Ambiente, Angela Valli -. Le finalità di questa scelta sono quelle di tutelare la salute pubblica, migliorare il servizio e il decoro urbano in città ma anche quelle di favorire il deflusso delle acque, preservare l'integrità dei manufatti urbani ed evitare intralci alla viabilità”.

Gli interventi previsti vanno dal diserbo chimico e fisico al taglio dell'erba, dalla potatura alla bonifica fino alla pulizia dei margini stradali; dalla raccolta e dallo smaltimento dei residui di potatura fino alla riqualificazione degli incroci e delle rotatorie.

“La nuova gestione unificata dei servizi nasce della consapevolezza che la frammentazione delle competenze è il punto di maggiore debolezza della gestione del verde – ha proseguito l'assessore -. Cosa prevede il nuovo modello organizzativo? La possibilità di far lavorare insieme il personale destinato alla manutenzione del verde e quello impiegato nel servizio di sfalcio. Il nuovo modello organizzativo prevede la suddivisione del territorio comunale in 5 settori in cui convogliare simultaneamente mezzi e personale, così da garantire la completezza degli interventi e la qualità del servizio”.

Valli ha annunciato anche un'altra novità: “Prevediamo l'aggiornamento periodico del calendario degli interventi che verrà divulgato a beneficio dei cittadini i quali saranno sempre aggiornati su ciò che viene fatto nella propria zona di residenza”.

“Nel corso di questi due anni abbiamo lavorato in piena sintonia con l'amministrazione cittadina, studiando le necessità della città – ha commentato l’amministratore unico di Lupiae Servizi, Alfredo Pagliaro -. Una delle difficoltà primarie era quella di rinnovare mezzi vetusti che risalivano al 2001: abbiamo quindi acquistato 5 mezzi nuovissimi e abbiamo raddoppiato i cestelli, mettendo gli operai in condizioni di operare con una tecnologia migliore. L'azione che stiamo svolgendo è tipica di un'amministrazione straordinaria, considerata la grande estensione arborea della città che conta oltre 30 mila arbusti”.

E ancora: “Tra i nostri obiettivi c'è quello di ottimizzare il lavoro, ottenendo un risparmio economico: oggi si contano 28 operai che lavorano contemporaneamente sul territorio. Grazie al secondo lotto che ci è stato affidato, abbiamo permesso ai nostri operai di superare il monte ore settimanale di 36 per arrivare a 40 ore: si è trattato di un grande risultato sul piano sociale che ci ha permesso di aumentare il carico di lavoro. Siamo partiti 3 mesi fa, abbiamo un carico di lavoro di potatura arretrato, che stiamo smaltendo ed entreremo a regime nei prossimi mesi”.

Pagliaro ha voluto tranquillare i cittadini, e specialmente le associazioni ambientaliste, garantendo che non saranno effettuate potature o operazioni di diserbo in periodi in cui non è necessario.

“Centrizzando il servizio abbiamo voluto migliorarne la qualità – ha chiosato il sindaco Carlo Salvemini -. Il carattere sperimentale dell'operazione dipende proprio dal fatto che  abbiamo voluto metterci alla prova per verificare di essere all'altezza degli obiettivi: chiedo quindi a tutti i professionisti di dare il meglio per corrispondere alle aspettative della cittadinanza”.

“Ci sono margini di miglioramento, tenendo conto che l'amministrazione fa quel che può nelle condizioni finanziarie date – ha proseguito il primo cittadino -. Se potessimo destinare maggiori risorse alla gestione del verde, saremmo tutti più contenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque aree per la manutenzione del verde, Lupiae punta sui servizi integrati

LeccePrima è in caricamento