Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Strisce pedonali da spostare: Comune riconosce posizione errata

Laddove c'è un segnala di stop, gli attraversamenti devono essere collocati almeno cinque metri prima. Adoc e Codacons hanno rilevato l'inosservanza della regola

LECCE – Allo scadere della diffida delle associazioni dei consumatori Adoc e Codacons, l’ufficio Mobilità del Comune di Lecce ha riconosciuto la non conformità degli incroci segnalati rispetto al regolamento di attuazione del Codice della Strada.

Nello specifico, l’articolo 145 prevede che “in presenza del segnale fermarsi a dare precedenza l'attraversamento pedonale, se esiste, deve essere tracciato a monte della linea di arresto, lasciando uno spazio libero di almeno cinque metri; in tal caso i pedoni devono essere incanalati verso l'attraversamento pedonale mediante opportuni sistemi di protezione”.

Le associazioni, invece, avevano rilevato come la stragrande maggioranza degli incroci in presenza di un segnale di stop vedano le strisce pedonali collocate in corrispondenza dell’intersezione. I tecnici del Comune di Lecce hanno comunicato che predisporranno un piano di adeguamento che comprenderà anche lo spostamento delle rampe per disabili e l'installazione delle transenne parapedonali. Infine, l’ufficio Mobilità ha assicurato che le modifiche necessarie saranno recepite anche nel progetto di riqualificazione di piazza Mazzini.

Perché gli annunci si tramutino in fatti, Adoc e Codacons monitoreranno l’attuazione degli impegni assunti e si dicono pronte, in caso di ottemperanza entro un anno, a intraprendere una class action.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strisce pedonali da spostare: Comune riconosce posizione errata

LeccePrima è in caricamento