Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Comuni ingessati dalle casse in deficit, in arrivo 1milione e 400 mila euro

E’ la quota complessiva suddivisa tra gli enti di Galatina e Lizzanello interessati al piano di riequilibrio finanziario. L’annuncio del deputato pentastellato Donno

GALATINA - Una mano tesa dal governo centrale per aiutare anche le amministrazioni pugliesi alle prese con un pesante deficit delle casse comunali e per le quali hanno deliberato la relativa procedura di riequilibrio finanziario. Per l’anno in corso e il 2022, i Comuni pugliesi che hanno infatti deliberato la procedura di riequilibrio finanziario e che alla data di entrata in vigore della legge risultano avere il piano di riequilibrio approvato e in corso di attuazione riceveranno un totale di 36.209.315 euro.

Più nel dettaglio, nel biennio, tra le municipalità che riceveranno questi contributi, che garantiranno ossigeno puro alle casse comunali, figurano anche il Comune di Galatina, che potrà contare su un sostegno pari a 1.322.689,07 euro, e il comune di Lizzanello a cui toccheranno 55.198,16 euro. Ad annunciare la buona nuova è il portavoce salentino alla Camera dei deputati del M5S, Leonardo Donno. Lo stanziamento è frutto di una norma voluta dal Movimento 5 Stelle ed approvata nella legge di bilancio del dicembre scorso e che ha previsto la costituzione di un fondo con una dotazione di 100 milioni di euro per il 2021 e di 50 milioni di euro per il 2022, rispondendo alla necessità di obbedire alle sollecitazioni pervenute dalla Corte Costituzionale per assicurare il risanamento finanziario dei comuni in deficit strutturale.

“In provincia di Lecce sono in arrivo quasi un milione e 400 mila euro” spiega Donno, “ripartiti tra il Comune di Galatina, a fronte di un deficit in bilancio da ripianare di 6.661.330,76 euro, e il Comune di Lizzanello, a fronte di 675.994,44 euro di deficit nelle casse comunali. Questi fondi rappresentano indubbiamente una boccata d'ossigeno per le casse comunali e alimentano la speranza che, attraverso una oculata gestione delle finanze, queste città possano, nel medio termine, uscire dalle sabbie mobili contabili che ne impediscono una normale gestione amministrativa ed una seria programmazione futura”.

“La buona volontà delle amministrazioni” conclude il deputato, “si ferma davanti all'inagibilità finanziaria dei Comuni, che spesso impedisce di approvare i bilanci e di continuare a lavorare per le rispettive comunità, in termini di servizi da erogare in primis. Con questi fondi pensati appositamente per i Comuni in deficit strutturale e con un piano di rientro attivo, dimostriamo ancora una volta vicinanza agli enti locali, dando respiro alle rispettive casse”.

tabella fondi comuni

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comuni ingessati dalle casse in deficit, in arrivo 1milione e 400 mila euro

LeccePrima è in caricamento