Politica

Congedo, Caroppo e Ventola dettano la linea delle primarie. Un tavolo per le regole

Nel giorno in cui Adriana Poli Bortone chiude all'ipotesi delle consultazioni, da Bari l'annuncio di Fratelli d'Italia, Lega e Direzione Italia. Il partito di Berlusconi sollecitato a sciogliere le riserve

LECCE – Lega, Fratelli d’Italia e Direzione Italia, indicano ufficialmente le primarie come strada maestra per l’individuazione del candidato sindaco per le amministrative leccesi. E non appare un caso che la nota firmata dai coordinatori regionali dei tre partiti, Andrea Caroppo, Saverio Congedo e Francesco Ventola venga diramata proprio nel giorno in cui Adriana Poli Bortone ha chiuso definitivamente la porta all’ipotesi delle consultazioni di coalizione, ritenendolo uno strumento conservativo a beneficio dei maggiorenti del centrodestra leccese.

“A Bari e Foggia – recita il comunicato - l’intero centrodestra ha individuato nelle primarie lo strumento utile a selezionare il miglior candidato per vincere le elezioni amministrative; peraltro in passato in Puglia (Trani, Terlizzi, Lecce) questa forma di consultazione si è rivelata determinante per il successo finale del centrodestra. A Lecce i 17 consiglieri comunali che con le loro dimissioni hanno provocato lo scioglimento del consiglio comunale hanno più volte ribadito che in assenza di una candidatura ampiamente condivisa si dovesse ricorrere allo strumento delle primarie; posizione di cui tutti i partiti non possono non tener conto, non fosse altro perché hanno dimostrato con i fatti di essere portatori di ampio e radicato consenso dei leccesi”.

I segretari, a sostegno della propria convinzione, sottolineano come “da una significativa parte del civismo di area sono giunti segnali di disponibilità a condividere il percorso delle primarie; in tal senso si sono chiaramente espressi, ad esempio, Sentire Civico, Andare Oltre, Prima Lecce, Grande Lecce, Salento Libero Regione, Movimento Social Popolare, CasaPound”.

L’invito è dunque garbato ma definitivo a Forza Italia che proprio nelle scorse settimane aveva indicato Adriana Poli Bortone come il miglior candidato possibile da offrire alla valutazione degli alleati per una ampia convergenza. Intanto i responsabili provinciali dei tre partiti sono stati incaricati di “istituire un tavolo tecnico con i responsabili delle realtà associative e civiche che intendono condividere questo percorso al fine di definire a stretto giro di posta regole, procedure e tempi per lo svolgimento delle primarie”.

Quali saranno i protagonisti sarà chiaro nei prossimi giorni: indicativamente le consultazioni dovrebbero avvenire entro un mese e mezzo, per poi avere il tempo di preparare la vera campagna elettorale: proprio Saverio Congedo può essere il nome di punta. Il diretto interessato non si è mai esposto direttamente, ma ha sempre posto le primarie come condizione perché si potesse fare una valutazione dell'ipotesi che porta alla sua candidatura. Ora questo tassello è stato sistemato, con la sua stessa firma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Congedo, Caroppo e Ventola dettano la linea delle primarie. Un tavolo per le regole

LeccePrima è in caricamento