Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

L’8 marzo. Giordana Guerrieri: “Celebriamo il rispetto e la dignità”

Consigliere comunale alla prima esperienza, componente della maggioranza , Giordana Guerrieri ha inviato una sua riflessione sulla celebrazione della Festa della donna: "Far valere le nostre doti, le ragioni e non abbattersi mai"

Giordana Guerrieri.

LECCE – Giordana Guerrieri, consigliere comunale di Grande Lecce, esprime una sua riflessione sulla Festa delle donne, che di seguito riportiamo.

“Fermiamoci un attimo e, aspetti commerciali a parte, riflettiamo su cosa abbiamo concretamente raggiunto e soprattutto dove siamo dirette. Il significato della festa della donna è storico: unisce, a livello planetario, il mondo femminile; le esigenze, i bisogni, i desideri, i traguardi, i diritti. Qual è la situazione oggi? La donna viene finalmente apprezzata per capacità e competenze nel mondo delle professioni, nel sociale, nella politica. Certo, é necessario del tempo per scardinare preconcetti ormai legati al passato: difficile ancora ora, purtroppo, ritrovare una donna nei posti di potere o ricoprire quelli che richiedono le più alte responsabilità. Gli scalini da salire sono ancora tanti. Ma passo dopo passo, con le esperienze che quotidianamente ognuno di noi mette in saccoccia, contribuiamo a cambiare la storia delle donne”.

“È questo il miglior punto di partenza. Far valere le nostre ragioni e le doti, non abbattersi mai, credere in quello che si fa e metterlo a disposizione del prossimo. Nella giornata della festa della donna celebriamo il rispetto e la sua dignità, il suo diritto a vivere serenamente, lontano da violenze che sempre più spesso le minano la vita. Lottiamo contro ogni forma di violenza e di sopruso. Celebriamo le sue capacità e i suoi talenti, il contributo costruttivo che rende all'uomo, diverso anche per conformazione mentale e non solo fisica. Da consigliera comunale, da donna, da professionista i miei più sinceri auguri a tutte le donne, auguri mirati: che possano, tutte, farsi valere per quello che sono realmente e vivere in una società sempre più restia alle etichette e ai pregiudizi. Per far ciò, utilizzare il nostro punto di forza, l'intelligenza perché - come diceva Rita Levi Montalcini -  le donne che hanno cambiato il mondo, non hanno mai avuto bisogno di mostrare nulla, se non la loro intelligenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’8 marzo. Giordana Guerrieri: “Celebriamo il rispetto e la dignità”

LeccePrima è in caricamento