Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Furto di gioielli al set di Ozpetek: arrivano al regista le scuse dalle istituzioni

L'imbarazzo, poi le scuse per quel che è accaduto arrivano più o meno direttamente dal Comune di Lecce e dalla Provincia di Lecce, dal sindaco Paolo Perrone e dal presidente Antonio Gabellone. Sarcastici però i commenti dei salentini sui social network

LECCE – L’altra Lecce, quella fuori dalle passerelle culturali, dai paroloni come “territorio votato al turismo”, dalle “ricadute economiche sul territorio”, l’altra Lecce, quella lontana dal suo quotidiano “Truman show”, mostra invece un’altra faccia, cinica e spietata, quando accadono episodi come il furto di preziosi nel tir della produzione che viaggia a seguito del regista Ferzan Ozpetek. E allora non resta che scusarsi, con il regista innamorato del Salento. 

Scuse per quel che è accaduto arrivano più o meno direttamente dai rappresentanti delle istituzioni locali, Comune di Lecce e Provincia di Lecce, dal sindaco Paolo Perrone e dal presidente Antonio Gabellone. Così il primo cittadino utilizza facebook e nella sua bacheca scrive: “Qualcuno la scorsa notte ha rubato dal set i gioielli che Ferzan Ozpetek sta utilizzando per "Allacciate le cinture" e che sono stati prestati alla produzione da alcuni sponsor. Come al solito c'è chi fa di tutto per farci fare figure pessime. Lecce resta ospitale e fiera di prestarsi al cinema!”.

Ma si sa, la rete è severa e non sono tardati i commenti contrari su quanto scritto da Perrone. Come quello di Sheba, che scrive:  “E questo fa notizia? Carissimo signor sindaco, e tutti i furti negli appartamenti che sottraggono gli affetti più cari a poveri ed onesti cittadini? E lo schifo della stazione ferroviaria e i recenti accadimenti in via Duca degli Abbruzzi? Altro che Lecce città della cultura… città dell'inciviltà... e pensare che le forze dell'ordine sanzionano il povero cittadino che sosta anche solo 30 secondi in doppia fila per soffiarsi il naso... ah già... pardon... ma le sanzioni amministrative fanno cassa”. 

Oppure quello di Aurelio, che al sindaco chiede: “A me hanno rubato la macchina sotto casa, due mesi fa. Era nuova, mi serviva per andare a lavoro, non posso ricomprarla. Perchè, signor sindaco, non ha gridato alla brutta figura?”.

Tante scuse anche da parte del presidente della Provincia di Lecce Gabellone: “Profonda amarezza a nome di tutti i salentini. L’assalto al furgone carico di gioielli e effetti personali di valore necessari alle scene del film in questi giorni in città – scrive in una nota - non è solo un episodio criminale per cui sono certo le forze dell’ordine faranno valere il loro straordinario lavoro d’indagine, ma è anche un pessimo ricordo di noi e della nostra terra nei confronti di un artista eccezionale”.

“Invito Ozpetek – conclude Gabellone - a proseguire nel suo straordinario lavoro di promozione di questo territorio da lui tanto amato, della sua parte più bella, romantica, solare, da amare e soprattutto onesta. E proprio a nome di tutti i salentini onesti che oggi chiediamo scusa a Ferzan ed alla sua squadra”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di gioielli al set di Ozpetek: arrivano al regista le scuse dalle istituzioni

LeccePrima è in caricamento