rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Seguirà confronto su possibili schieramenti e coalizioni

Idee e programmi in movimento: i moderati gettano le basi per il Terzo Polo

Con una nota congiunta Azione, Lecce Futura, Ora Lecce e Puglia Popolare, non ancora schierate in nessuna coalizione, smuovono le acque per costruire “un programma credibile” per Lecce 2024. Il Movimento Regione Salento intanto scuote il centrodestra

LECCE - Inascoltata la richiesta di fermare le primarie del centrosinistra. focalizzate solo sulle due candidature formalizzate del sindaco uscente Carlo Salvemini e di Pierpaolo Patti, e dalla desistenza del Pd da un lato, e stigmatizzate le incertezze e la fase attendista del centrodestra dall’altro, ora le forze politiche del civismo moderato, di estrazione trasversale, avviano un dialogo più serrato per “costruire un programma credibile per Lecce 2024”.

E il Terzo Polo, in vista delle amministrative del capoluogo del prossimo anno, prende consistenza e avvia anche la fase della programmazione condivisa, aprendo anche un dialogo inclusivo, in attesa di vagliare anche la propria collocazione nello scacchiere elettorale.

Azione Lecce, con il consigliere comunale Carlo Mignone, Lecce Futura, con il consigliere Giorgio Pala, Ora Lecce, e Puglia Popolare Lecce, con il consigliere Gigi Valente, ritengono che i temi di programma debbano avere un ruolo centrale. Per questo nei prossimi giorni le quattro componenti politiche, che muovono le fila del polo dei moderati,  presenteranno i punti di programma su Lecce ritenuti centrali “in una visione popolare, riformista ed attenta ai bisogni ed ai meriti della città”.

L’annuncio è arrivato con una nota congiunta a firma dei quattro coordinatori dei movimenti politici in questione: Matteo Martella (Azione Lecce), Tiziana Pastore (Lecce Futura), Claudio Dell’Anna (Ora Lecce) e Francesco Foresio (Puglia Popolare).

“Il prossimo futuro di Lecce è estremamente importante e si dovrà misurare con l'ambizione di divenire sempre una città aperta al turismo, alla ricerca, all'innovazione, alle diversità, senza snaturare la sua tradizione e perdere il suo fascino, accrescendo il benessere delle comunità che la vivono a partire dai più fragili che oggi sono in aumento con nuove povertà e bisogni diversi di servizi” scrivono i referenti delle civiche e dei movimenti politici, “questi temi, mentre si guarda sempre più da vicino all'appuntamento elettorale, appaiono essere al momento del tutto assenti dal dibattito politico cittadino, tanto nel centrosinistra alle prese con primarie che non appaiono entusiasmare la città, quanto nel centrodestra che continua a sfogliare senza troppa convinzione i petali con i nomi dei possibili candidati sindaco”.

Aprendo quindi un dialogo nel merito dei temi che saranno proposti, arriverà il tempo di potersi confrontare anche su possibili schieramenti e coalizioni. Il tutto dopo la chiusura della pratica Primarie per il centrosinistra, delle scelte in itinere del M5S, e di una schiarita anche nel polo del centrodestra leccese.

“Il tutto consapevoli dell'importanza di candidature che abbiano esperienza civica territoriale, di vicinanza al mondo dell'imprenditoria e del sociale, oltre che di condivisione delle proposte per Lecce che saranno presentate” concludono i quattro coordinatori di Azione, Puglia Popolare, Lecce Futura e Ora Lecce, “e che, siamo convinti, possano essere occasione per aggregare esperienze, competenze e disponibilità”.

Mrs scuote il centrodestra: “E’ tempo di scegliere”  

Candidato sindaco a Lecce, nel centrodestra il Movimento Regione Salento scuote gli alleati dopo che i parlamentari leccesi, Roberto Marti e Saverio Congedo, hanno invocato la convocazione di un tavolo definitivo per la scelta elettorale.

“In riferimento alle prossime elezioni amministrative in programma a Lecce nel 2024 oggi registriamo con soddisfazione due importanti interventi che vanno nella direzione di permettere al centrodestra leccese e ai movimenti territoriali, liste civiche e partiti centristi, anche provenienti da precedenti esperienze nel centrosinistra, e che aderirebbero al progetto di un centrodestra allargato, di iniziare a lavorare sul territorio per contrastare un centro sinistra e un sindaco uscente che hanno deluso le aspettative della città e dei cittadini di Lecce, ma che al momento sono già in campo da soli per la campagna elettorale” scrivono in una nota congiunta i coordinatori regionale, provinciale e cittadino del Mrs, Pierpaolo Signore, Francesco Viva e Giancarlo Capoccia.

In ordine di tempo sono arrivate due note, prima quella dei centristi di Azione Lecce con il consigliere Carlo Mignone, Lecce Futura con il consigliere Giorgio Pala, Ora Lecce, Puglia Popolare Lecce con il consigliere Gigi Valente che in una nota hanno evidenziato l’importanza di confrontarsi sui temi, di mettere al centro il cittadino e di aprire ad una candidatura che abbia una forte esperienza civica territoriale e di vicinanza al mondo dell’imprenditoria e del sociale. E successivamente, dopo poco, i referenti del Movimento Regione Salento, hanno appreso, con soddisfazione, che i parlamentari leccesi Roberto Marti e Saverio Congedo hanno scritto a chiare lettere che “il tempo delle valutazioni è scaduto”, chiamando a raccolta tutte le forze del centrodestra intorno ad un tavolo per la scelta finale del candidato sindaco. 

“Lo diciamo da tempo che bisogna scegliere quanto prima” incalzano i tre coordinatori del Mrs, “noi siamo pronti, il Movimento Regione Salento è pronto, l’importante è trovare la quadra e scegliere il miglior candidato possibile in tempi brevi per poter poi iniziare a lavorare con l’obiettivo di vincere e dare a Lecce e ai leccesi l’alternativa che merita. Il centrodestra deve scegliere.  Lecce ha bisogno del centrodestra unito formato dai partiti e da tutti i movimenti civici che si riconoscono in questa area politica moderata e liberale. Siamo in movimento per una Lecce migliore, per la Lecce del futuro".

I coordinatori del Movimento Regione Salento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Idee e programmi in movimento: i moderati gettano le basi per il Terzo Polo

LeccePrima è in caricamento