Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

Interrogazione di Bellanova: “Riaprire la trattativa Billa in sede ministeriale”

La parlamentare del Pd chiede risposte decise dal governo, rivolgendosi al ministro Corrado Passera. A rischio ci sono 150 posti di lavoro, di cui la metà nella sola San Cesario. "Si riapra la trattativa in sede ministeriale"

 

LECCE – La parlamentare salentina del Pd, Teresa Bellanova, ha inviato un’interrogazione al ministro Corrado Passera, per chiedere al governo un intervento concreto nella grave situazione del supermercato Billa. A rischio ci sono oltre 150 posti di lavoro in tutta Italia, di cui la metà, 72 solo, nella struttura di San Cesario di Lecce.

“I 72 dipendenti salentini - spiega nell'interrogazione la parlamentare - si sono visti recapitare una lettera con la quale si dava comunicazione dell'attivazione della procedura di mobilità. Questa comunicazione ha generato una grande preoccupazione tra tutti gli attori coinvolti nel panorama occupazionale, economico e produttivo del territorio salentino. Primi fra tutti, i lavoratori e le loro famiglie. A manifestare forte preoccupazione sono state anche le istituzioni locali, quali, ad esempio, l’amministrazione di San Cesario di Lecce, già fortemente impensierite dagli effetti tangibili che la moria occupazionale ha prodotto a causa dell’attuale crisi economica”.

“In data 26 aprile 2012 - prosegue - a Roma si è tenuto un incontro presso il ministero, alla presenza delle organizzazioni sindacali, per discutere i termini della vertenza. Dall’incontro sono emerse due proposte”, ricorda Teresa Bellanova: “La prima, circa la possibilità di attivare la cassa integrazione per due anni, bloccando così le procedure di mobilità, a fronte dell'impegno dell'azienda di ricollocare almeno il 30 per cento dei lavoratori. La seconda, inerente alla possibilità di ridurre gli ammortizzatori sociali a un solo anno, con il medesimo impegno di salvaguardia di almeno una parte dei livelli occupazionali. Su entrambe le ipotesi – sottolinea la parlamentare - il gruppo Rewe ha respinto il tentativo di mediazione”.

Teresea Bellanova conclude, quindi, chiedendo al ministro di “intervenire attraverso una riapertura della trattativa in sede ministeriale allo scopo di trovare una proficua soluzione per il futuro occupazionale di 72 famiglie salentine e dell’intero territorio leccese, già ampiamente penalizzato dalla crisi economica”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interrogazione di Bellanova: “Riaprire la trattativa Billa in sede ministeriale”

LeccePrima è in caricamento