Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

L'unione fa la forza: patto federativo tra Pdl e Ppdt

Le due realtà politiche scelgono la sinergia per proseguire un rapporto di unità sul piano del tessuto programmatico e valoriale: obiettivo è quello di congiungere la politica nazionale ai territori

BARI - L'unione fa la forza. Lo dice un vecchio detto, ma la sua attualità non lascia indifferenti il Pdl e La Puglia prima di tutto pugliesi, che stringono un patto federativo che ricalca e rafforza quello già sottoscritto nel 2005 con Forza Italia. Sebbene sia mutato lo scenario politico, i vertici delle due forze chiariscono che resti "immutata la piena condivisione dei valori, dei programmi, degli obiettivi, dell'azione politica e di governo del presidente Silvio Berlusconi".

"In questi anni di cammino comune - puntualizzano -, la Puglia prima di tutto e il Pdl sono stati contenitori sempre comunicanti di consensi, di valori, di impegno, di uomini. Il Pdl con il suo naturale 'ruolo - guida' della coalizione di centrodestra, con la sua struttura di partito nazionale organizzato e radicato ha portato la battuta; la Puglia prima di tutto come entità territoriale, particolarmente impegnata sui temi del sociale, capace di esprimere candidature giovani e fortemente radicate alle loro realtà, ha presentato liste di supporto nelle elezioni amministrative e regionali ed ha garantito impegno e voti al Pdl alle elezioni politiche ed europee".

I motivi e le esigenze che portarono al Patto federativo del 2005 sarebbero oggi ulteriormente rafforzati dal nuovo scenario politico ed economico, in quanto sul piano programmatico la sintesi tra le due formazioni politiche appare naturale e consolidata da anni di comuni proposte "ispirate ad un moderno riformismo moderato, ai valori cattolici della dignità dell'individuo e della centralità della famiglia".

Sul piano organizzativo, la Puglia prima di tutto intende strutturarsi come forza regionale in vista dell'attuazione della riforma federale dello Stato portata avanti dal Governo di centrodestra: "Una svolta responsabile della politica - fanno sapere - che porterà ad una gestione sempre più autonoma dello sviluppo dei singoli territori, con la supervisione di uno Stato non più assistenzialista, ma garante dei servizi essenziali ai cittadini. Un federalismo che sarà solidale e responsabile anche grazie al ruolo svolto nel governo dal ministro Raffaele Fitto e che diverrà per il Mezzogiorno una grande occasione di riscatto e sviluppo".

L'emergere di ampie aree di consenso locale non facilmente riconducibili ai partiti nazionali rende, secondo i vertici delle due formazioni, oggi più che mai necessaria "la ricomposizione della tensione tra identità locale ed identità nazionale". Obiettivo della federazione è quello di estendere la capacità di rappresentazione politica del centrodestra, oltre il tradizionale ceto moderato, verso quell'ampio blocco sociale "portatore di meriti e di bisogni che non si rispecchia nel centrosinistra che rappresenta, oggi più che mai, i poteri forti e tutelati".

La Federazione vuole proseguire il suo percorso comune proprio dalla base, riprendendo sistematicamente l'esercizio di ascolto e di proposizione di soluzioni: sul piano organizzativo, la federazione radicherà la sua presenza sul territorio attraverso una organizzazione parallela al Pdl. Al fine di coordinare al meglio l'azione politica, i due gruppi consiliari alla Regione Puglia e negli altri enti locali, pur restando formalmente distinti, continueranno ad operare in piena sinergia, e periodicamente terranno riunioni congiunte.


In occasione delle elezioni amministrative, la Puglia prima di tutto esprimerà, con proprie liste, l'appoggio al candidato sindaco e/o presidente della Provincia del centrodestra. Ed in questo senso il Pdl procederà al pieno coinvolgimento della Puglia prima di tutto e dei suoi rappresentanti, in tutte le fasi propedeutiche e successive alla individuazione dei candidati ai vertici degli enti locali e nelle successive fasi di governo e/o di opposizione. In occasione delle elezioni politiche ed europee, la Puglia prima di tutto rinnoverà il suo già consolidato impegno a sostenere il Pdl. La federazione intende così mettere a frutto e al servizio del progetto politico del centrodestra il valore aggiunto dell'unione tra l'esperienza e la leadership del Pdl e la forza territoriale della Puglia prima di tutto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'unione fa la forza: patto federativo tra Pdl e Ppdt

LeccePrima è in caricamento