L'idea: "Marchio Salento" come in Valle della Loira per promuovere il territorio

La proposta di Valori e rinnovamento parte dai numeri: in Francia il marchio “Val de Loire” per il paesaggio e per i castelli ha portato a 280mila nuovi posti di lavoro, 8 milioni di visitatori e 1 miliardo di euro di ricavo annuo. Incontro con Loredana Capone

LECCE - Un “Marchio Salento” seguendo l’esperienza francese “Missione Valle della Loira”. La proposta è di Valori e rinnovamento, presieduto da Wojtek Pankiewicz. E la base di partenza sono i numeri: in Francia il marchio “Val de Loire” per il paesaggio e per i castelli ha portato a 280mila nuovi posti di lavoro, 8 milioni di visitatori e 1 miliardo di euro di ricavo annuo.

Stamattina, per discutere di questa proposta, una delegazione ha incontrato a Lecce l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Loredana Capone. Oltre a Wojtek Pankiewicz, c’erano Bruna Caroli, Gabriella Legno (ideatrice della proposta “Marchio Salento”), Raffaele Marzo e Karol Pankiewicz.

“Riteniamo che sia un'idea  progettuale, strategica per uno sviluppo economico ed occupazionale all’insegna della bellezza – ha dichiarato il presidente Pankiewicz. Nella legislazione italiana, statale e regionale non esiste un marchio per i territori che si impegnino a mettere in valore e a proteggere contemporaneamente il proprio patrimonio artistico e  quello paesaggistico”.

L’idea è di apporre un marchio anche al paesaggio salentino, per tutelarlo e valorizzarlo anche sotto il profilo architettonico, “magari potenziando e ampliando le tutele del già esistente marchio, creato a suo tempo dalla Provincia di Lecce, Salento d’Amare, che riguarda le imprese e la promozione e commercializzazione dei prodotti”, spiega il movimento.

In provincia di Lecce vi sono una cinquantina di castelli e una trentina tra palazzi baronali, marchesali e residenze fortificate e castellate. E ancora: siti archeologici, grotte, suggestivi tratti di costa e città d’arte arricchite da chiese e cattedrali. Oltre a tradizioni religiose, musicali ed enogastronomiche.

“Il modello di gestione adottato dai francesi si basa su un organo snello, di natura pubblico, nel quale un ruolo fondamentale è svolto dalle due regioni che comprendono la valle e, per il coordinamento, il principale strumento adottato è la sottoscrizione di una carta d’impegno”, dicono.  “Noi potremmo promuovere un protocollo d’intesa da parte di tutti i comuni coinvolti, che ponga in essere un piano di gestione partecipato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ringraziamo – ha concluso Pankiewicz – l’Assessore Regionale allo Sviluppo Economico, Loredana Capone, dal canto suo, ha accolto la proposta del movimento, esortando a corredarla con una piattaforma tecnologica che metta insieme il patrimonio storico, artistico culturale e paesaggistico del Salento, in modo da diffonderne nel mondo le caratteristiche. Fatto questo, come ha dichiarato Loredana Capone, “si daranno concretezza e prospettive al Marchio e nuove opportunità al Salento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento