Linee guida e risorse per nuovi spazi: Minerva “interroga” il ministro Azzollina

Questa mattina il tavolo regionale di confronto tra il ministro dell’istruzione, il presidente dell’Upi Puglia e l’assessore Leo per fare il punto su edilizia scolastica e applicazione delle norme anticontagio

BARI - Linee guida concrete e precorribili per garantire la ripresa delle lezioni nelle scuole delle province pugliesi a settembre e analisi dello stato dell’arte e della situazione del patrimonio edilizio degli istituti d’istruzione. Di questo e di altre tematiche specifiche si è parlato questa mattina a Bari nell’ambito del tavolo operativo e di confronto convocato dall’Ufficio scolastico regionale e dall’Unione delle Province di Puglia alla presenza del ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, per fare il punto sulla situazione delle scuole sul territorio pugliese in vista dell’inizio del prossimo anno scolastico dell’era Covid.

Al confronto con il ministro Azzolina hanno preso parte il presidente dell’Upi Puglia e presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva, l’assessore regionale all’Istruzione, Sebastiano Leo, il presidente nazionale dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio De Caro e il direttore dell’ufficio scolastico regionale, Anna Cammalleri.

“E’ stato un incontro molto costruttivo, che ha posto in evidenza la capacità delle Province pugliesi di poter attivare, nonostante le attuali difficoltà finanziarie, tutti gli interventi richiesti dal tavolo regionale” ha detto a margine dell’incontro il presidente Minerva, “abbiamo avuto la possibilità di chiedere al ministro Azzolina la disponibilità di risorse che consentano alle Province di fare fronte alle spese rivenienti dall’utilizzo di ulteriori spazi, oltre all’attuale patrimonio edilizio, al fine di garantire il distanziamento per l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico”.

La riunione, che rientra negli incontri che il ministro sta tenendo nelle varie regioni italiane per analizzare la situazione a livello locale, ha l’obiettivo di monitorare gli aspetti logistici e organizzativi delle istituzioni scolastiche, individuando le situazioni di maggiore criticità ed adottare le misure necessarie per  consentire il regolare inizio delle lezioni, secondo le indicazioni di sicurezza anti Covid. Per quanto riguarda la situazione in Puglia in particolare, attraverso la voce del presidente regionale dell’Upi, Stefano Minerva, gli enti provinciali pugliesi hanno fatto emergere i fabbisogni necessari per una ripartenza in sicurezza.

Inoltre, è stato sottolineato come tutte le amministrazioni provinciali hanno avviato le procedure per partecipare agli avvisi pubblicati dal ministero ed è stato presentato lo stato dell’arte della situazione del patrimonio disponibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Abbiamo discusso, capito quali direzioni intraprendere, come trovare soluzioni efficaci a problemi persistenti” conclude Stefano Minerva, “amo la mia terra e ho a cuore il futuro dei più giovani: non possiamo immaginare un'istruzione alternativa, ma dobbiamo garantire prima di tutto la salute di tutti. È un momento molto difficile, faremo il possibile per superare anche questo ostacolo. Abbiamo chiesto più fondi per l'edilizia scolastica e risorse per garantire sia ai Comuni che alle Provincie l'utilizzo di tutti gli spazi possibili. Ho inoltre portato all'attenzione del ministro le preoccupazioni dei precari del mondo della scuola a cui oggi è tempo di dare risposte certe, considerato che ora più che mai abbiamo tutti compreso l'importanza del mondo della scuola”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento