rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
L'ufficialità / Squinzano

Marra rompe gli indugi e si ripresenta: il centrodestra diviso tra due candidati

A Squinzano l’ex primo cittadino ci riprova con una lista civica ma con un sostegno anche politico: resta la frattura con Miccoli che ha scelto di sostenere l’avvocato Pede

SQUINZANO – L’ex sindaco di Squinzano Gianni Marra si ricandida a primo cittadino in vista delle amministrative del 14 e 15 maggio: una scelta, la sua, che arriva a distanza di qualche giorno dalla decisione dei giudici della Corte d’Appello di Lecce che hanno respinto il reclamo del ministero dell’Interno ai fini del riconoscimento delle circostanze di incandidabilità dell’amministratore comunale a causa dello scioglimento dell’ente per presunte infiltrazioni mafiose.

Già in primo grado Marra aveva ottenuto il rigetto del medesimo ricorso, venendo ritenuto estraneo ai motivi dello scioglimento del consiglio comunale. Ora, dalle vicende giudiziarie si torna alla politica attiva, con una decisione che rompe gli indugi e le titubanze interne al centrodestra locale, ma non evitandone, almeno al momento, la spaccatura.

I promotori e firmatari della lista civica per Gianni Marra Sindaco sono Mario De Marco, Anna Rita Taurino, Mino Solazzo, Antonio Picci, Mario Marzo, Beppe Longo, Angelo Trevisi, Tonia Mazzotta, Simona Piccolo, Roberta Boccardo, Claudio Taurino, Salvatore Micelli, Sandro Pezzuto  e Gigi Urso, che in una nota, chiariscono: “Lo abbiamo formalizzato in un documento politico ed ora lo annunciamo alla comunità: abbiamo deciso, a seguito di un’attenta analisi della vicenda politico-amministrativa di Squinzano, di presentare una lista civica per le elezioni del 14 e 15 maggio del Consiglio comunale con Gianni Marra Sindaco”.

“Abbiamo organizzato – chiariscono - un gruppo di amici e amiche che vogliono dar vita ad una nuova esperienza per Squinzano che sappia coniugare il passato con il presente per costruire le migliori opportunità per il nostro Comune. Siamo, ovviamente, il nucleo iniziale di questa esperienza aperta e vogliamo testimoniare l’adesione ad un progetto serio e responsabile per la gestione collettiva del bene pubblico. Da oggi inizia questa avventura con un candidato sindaco, Gianni Marra, che ha dimostrato sul campo di essere competente e appassionato alla guida della nostra Squinzano”.

Nei giorni scorsi, lo stesso Marra si era detto disponibile, in nome di una compattezza della coalizione di centrodestra, a un passo indietro pur di favorire un accordo con la Lega dell’ex primo cittadino Mino Miccoli e la convergenza su un candidato terzo. Tuttavia, lo stesso Miccoli aveva annunciato la volontà di partecipare in prima persona alla competizione elettorale, salvo poi puntare sull’avvocato Mario Pede. I forzisti non hanno gradito questa fuga in avanti e ora rilanciano dando sostegno a Marra. A lavoro le diplomazie dei coordinamenti provinciali dei partiti di centrodestra per trovare una convergenza e una sintesi in tempi brevi quando oramai mancano poche settimane dal voto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marra rompe gli indugi e si ripresenta: il centrodestra diviso tra due candidati

LeccePrima è in caricamento