Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

Melissano, bilancio e sforamento del Patto di stabilità, appello al prefetto

Il consigliere regionale Saverio Congedo interviene sulle vicende del Comune, sollevando la questione delle inadempienze rispetto ai rilievi mossi dalla Corte dei Conti sulle cifre del 2010: "Si liberi l'ente da questo flagello"

MELISSANO - "L’amministrazione comunale di Melissano è ancora inadempiente rispetto ai rilievi mossi dalla Corte dei Conti che aveva assegnato un termine di 60 giorni, scaduto il 18 gennaio, per l’esecuzione di una serie di adempimenti necessari ad evitare il dissesto finanziario".

Saverio Congedo, consigliere regionale del Pdl, sottolinea come il sindaco e la sua maggioranza si siano "limitati" alla rideterminazione del bilancio 2010, evidenziando "un incremento del disavanzo dai 1.700 euro della prima, menzognera versione, a ben 975 mila euro, con conseguente aggravamento dello sforamento del Patto di stabilità da 69 mila a ben 198 mila euro".

"Al di là del perpetrarsi di politiche clientelari e sprechi - afferma - , siamo di fronte ad un’auto-declaratoria di falso che, come attestato dal revisore unico, dal supervisore nominato dallo stesso sindaco e dalla Corte dei Conti, non può non riverberarsi sui bilanci successivi con il rischio sempre più concreto di condurre alla rovina definitiva il suo Comune".

Da qui, Congedo rivolge "un appello deferente quanto fermo" al Prefetto di Lecce perché assuma tutte le iniziative necessarie a liberare Melissano "da questo autentico flagello".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melissano, bilancio e sforamento del Patto di stabilità, appello al prefetto

LeccePrima è in caricamento