Politica

Parco di Belloluogo, Tar conferma lavori di manutenzione e gestione alla Bios

Il ricorso presentato dalla società al secondo posto nella gara, indetta dal Comune di Lecce, è stato respinto

Il Parco di Belloluogo a Lecce

LECCE  - Il Tar respinge il ricorso della Geoambiente, giunta al secondo posto nella gara indetta dal Comune di Lecce nel maggio del 2016 e conferma i lavori di ripristino, manutenzione e gestione del Parco di Belloluogo al raggruppamento di imprese Bios-Innovapul. Con una sentenza emessa nei giorni scorsi, infatti, il Tribunale amministrativo ha accolto le tesi degli avvocati  Pietro e Luigi Quinto: i legali hanno dimostrato ai giudici come il raggruppamento Bios avesse correttamente dichiarato e dimostrato in sede di gara il possesso dei requisiti per la partecipazione.

Il parco urbano, che si trova a ridosso del centro e che si estende per una superficie complessiva di circa 70mila metri quadrati, da anni in stato di abbandono, è stato finalmente riaperto alla fruizione pubblica all’inizio di quest’anno, proprio a seguito dell’aggiudicazione della gara. L’intervento del concessionario, secondo le previsioni del capitolato, è finalizzato, oltre alla riattivazione del parco, anche alla promozione delle attività  ricreative, ludiche e culturali.

L’attività di gestione della struttura, che avrà una durata di 9 anni, dovrà coniugare il massimo della funzionalità con il massimo della fruibilità, in relazione alle diverse tipologie di utenza e alle diverse caratteristiche delle attività. Dovranno essere favorite e promosse manifestazioni, spettacoli, attività di carattere culturale di valorizzazione del patrimonio culturale purché compatibili con le esigenze di conservazione e funzionalità delle strutture.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco di Belloluogo, Tar conferma lavori di manutenzione e gestione alla Bios

LeccePrima è in caricamento