rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Politica

Piazza Libertini e darsena: le spine nel fianco tra continue polemiche

Confermato l’obiettivo del trasferimento degli ambulanti nei box di Settelacquare. Per San Cataldo resta il nodo della gestione delle alghe

LECCE - Sollecitato sulle ricorrenti rimostranze degli ambulanti di piazza Libertini, il sindaco Salvemini ha precisato nel corso dell’incontro con i cronisti che nessun atto amministrativo ha mai impedito agli operatori di esercitare secondo l’orario previsto dall’ordinanza e che l’impossibilità di seguire un orario continuato tutti i giorni è stata determinata dal rifiuto dei commercianti stessi di dotarsi, come richiesto già a ottobre, di strutture decorose e coerenti con i mercati natalizi.

Il sindaco ha confermato l'orientamento di Palazzo Carafa anche in ragione della riconversione in struttura residenziale dell’ex Palazzo delle Poste, il che presuppone interventi di riqualificazione dello spazio pubblico attorno. Il 2020, dunque, sarà l’anno delle "decisioni conclusive", ha detto, sulla questione del trasferimento del mercato presso i box di Settelacquare realizzati con oltre un milione di fondi pubblici dalla precedenti amministrazioni e rimasti abbandonati per l’opposizione dei commercianti rispetto all’idea di cambiare sede. Sempre in tema di mercati è stato chiarito che il recupero della tettoia liberty dell’ex mercato coperto (depositata presso il campo Montefusco) nel progetto di piazza Tito Schipa, quando portato a compimento, consentirà il trasferimento degli attuali operatori agroalimentari del mercato di Settelacquare.

Il vice sindaco, Alessandro Delli Noci ha invece assicurato che l’amministrazione ha tutto l’interesse a valorizzare la darsena di San Cataldo, per la quale si sta confrontando con l’azienda subentrata nell’appalto in merito alla questione della gestione delle alghe. Il nodo non è teorico, perché si tratta di costi, maggiori o minori, da sostenere. Il 14 gennaio, ha aggiunto il vice sindaco, riferirà in commissione Lavori Pubblici: "La settimana prima non posso per impegni già assunti - ha detto - e spero che questo non comporti nuove polemiche". Il riferimento è al consigliere di minoranza, Gianpaolo Scorrano, che con la commissione Controllo che presiede, ha più volte recentemente rilanciato l'argomento. Nel consiglio comunale che si è tenuto all'inzio di dicembre, è andata in scena anche una protesta da parte di alcuni pescatori e diportisti che utilizzano la darsena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Libertini e darsena: le spine nel fianco tra continue polemiche

LeccePrima è in caricamento