Venerdì, 23 Luglio 2021
Politica Piazza Sant'Oronzo

Presepe nell'anfiteatro: "Non c'è un euro". Appello del sindaco alle ditte

In sede di assestamento di bilancio, il Comune di Lecce si è fatto due conti e i soldi per allestire la Natività nel sito archeologico più importante della città, non ci sono. Importo che si aggira intorno a 40mila euro più iva

Il presepe realizzato nell'anfiteatro delle passate edizioni

 

LECCE – In tempi di revisione di spesa pubblica, di spending review, come dicono gli inglesi, di tagli da parte delle pubbliche amministrazioni, per restare nel lessico italico, il tradizionale presepe nell’anfiteatro romano rischia di “saltare”. In sede di assestamento di bilancio, il Comune di Lecce si è fatto due conti e i soldi per allestire la Natività nel sito archeologico più importante della città, non ci sono. Importo che si aggira intorno a 40mila euro più iva. 
 
La verità, negli ultimi due anni, la cifra utile è arrivata dagli sponsor, ditte che si sono in gran parte accollate le spese provvedendo alla realizzazione del presepe. Ma per il Natale 2012, in piena crisi economica, con la festività più importante dell’anno alle porte, nessun imprenditore si è fatto avanti e allora niente presepe nell’anfiteatro. A meno che.
 
A meno che l’appello lanciato questa mattina dal sindaco Paolo Perrone in una conferenza stampa convocata sul tema, non resti lettera morta. “Non abbiamo i fondi per fare fronte alla spesa – ha detto senza girare intorno alla questione – per cui abbiamo pensato di  chiedere il contributo a più imprenditori, ognuno con il proprio settore di competenza che potrebbe tornare utile alla realizzazione del presepe, impegnandoci quindi a sponsorizzare le aziende che danno il loro contributo. E bisogna fare in fretta”.
 
Insomma, piuttosto che puntare su una una sola ditta si accolli l’intera spesa, più aziende potrebbero invece dividersi il compito e contribuire ad allestire la Natività. L’appello, dunque, è rivolto alle ditte di trasporto con mezzi e gru (fondamentale), vivaisti, imprese nel ramo dell’impiantistica elettrica e così via. 
 
Gli interessati possono chiedere ragguagli scrivendo ai seguenti indirizzi di posta elettronica: m.elia @comune.le.it, lino.deluca@comune.le.it, ufficio.turismo@comune.le.it, oppure telefonare all’Ufficio cultura del Comune di Lecce, 0832 682109.
 
Ma se nell'anfiteatro il presepe non si farà, ipotesi non proprio remota, quale presepe toccherà ai leccesi? E lo stesso sindaco a garantire che comunque la Natività verrà allestita, da qualche parte, ma, pare di capire, a costo zero. Intanto domani mattina si saprà di più sul programma di appuntamenti per il Natale, ed anche in questo caso non vi aspettate Babbo Natale che dispensa doni a tutti.
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presepe nell'anfiteatro: "Non c'è un euro". Appello del sindaco alle ditte

LeccePrima è in caricamento