Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

Sanità Pugliese: "Maggiori trasparenza e meritocrazia"

Congedo presenta un'interrogazione alla Regione sui 21 avvisi di conferimento di incarichi all'Asl di Lecce: "Non strumentalizzare politicamente i concorsi, a pochi mesi dalle elezioni"

BARI - Ventuno avvisi per conferimento di incarico Direttore Medico di Struttura Complessa (Concorsi di Primariato) banditi e non ancora ultimati dalla Asl di Lecce: il consigliere regionale del Pdl, Saverio Congedo, presenta un'interrogazione sull'argomento al presidente della Regione, Nichi Vendola, e all'assessore alla Salute, Tommaso Fiore.

Il consigliere del Pdl denuncia l'assenza "di reali programmazioni sanitarie che pure Vendola si era impegnato a realizzare con i primi passi del suo governo", ribadendo, tra l'altro come risultino "latitanti quei Piani attuativi locali che il 'Piano della Salute' ha furbescamente delegato ai Direttori Generali": "La Legislatura - dichiara - ormai agli sgoccioli e le elezioni alle porte possono alimentare il dubbio che il Governo Regionale possa cedere alla tentazione di 'mettere mano' o 'mano mettere' i posti chiave delle strutture sanitarie".

"A chi si picca - prosegue - di essere il custode della morale in politica e a chi crede di poter passare indenne dalle sciagure amministrative di una cattiva gestione nel settore dell'erogazione del diritto alla Salute, è forse opportuno ricordare che il tempo pre-elettorale non è propizio per talune iniziative che i 'maligni' potrebbero imputare alla volontà di puntellare il caos e le defaiance accumulati in quasi cinque anni, se non addirittura ad un approccio clientelare degno di un ultimo finale 'assalto alla diligenza'".

Secondo Congedo, non bastano le rassicurazioni e le "difese d'ufficio" dell'assessore Fiore su quello che è stato e che è il sistema sanitario, in merito alla possibilità di un commissariamento delle Asl: né basta richiamare le professionalità e le capacità dei medici pugliesi che "andrebbero, invece, non solo ricordate ma valorizzate e messe nelle condizioni di esprimersi al meglio con adeguati strumenti e condizioni di lavoro". Nell'interrogazione, Congedo chiede che siano garantite "trasparenza, imparzialità e meritocrazia nell'espletamento dei concorsi e per evitare che diventi terreno di contesa politica la salute dei cittadini i quali, comunque, valuteranno fra non molto la gestione della sanità per quello che è stata realmente".

Ma la questione sanità non è l'unica all'ordine del giorno: l'europarlamentare, Raffaele Baldassarre interviene sulla crisi del settore lattiero-caseario e sulla necessità di interventi anticrisi, capaci di risollevare le produzioni: "Da circa 30-40 cent al litro - spiega Baldassarre -, il prezzo del latte é sceso fino a sfiorare il limite di sicurezza comunitario dei 21 cent al litro. Alla luce di ciò, è al vaglio del Parlamento europeo una proposta che mira a prorogare il regime d'intervento pubblico di acquisti mediante gara di burro e latte scremato in polvere per il periodo intercorrente sino al 28 febbraio 2009. L'intenzione é inoltre quella di prorogare il periodo d'intervento per il periodo 2010-2011".

"Se da un lato - prosegue -, la proposta si pone come obiettivo quello di contrastare la crisi esplosa nel settore, dall'altro, essa rischia di trasformare misure di breve periodo in misure di carattere strutturale, che potrebbero provocare una distorsione dei mercati", che, secondo Baldassarre sfocerebbe nella situazione "ante-quote". Alla luce di ciò, il governo italiano ha chiesto la reintroduzione dell'aiuto comunitario per l'ammasso privato dei formaggi a lunga stagionatura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità Pugliese: "Maggiori trasparenza e meritocrazia"

LeccePrima è in caricamento