Martedì, 28 Settembre 2021
Politica Scorrano

"Se la Regione non risponde non ci resta che affidarci alla religione"

La consueta protesta dei lavoratori pro 275 oggi ammantata anche di amaro sarcasmo. "Emiliano e Capone, risolvete il problema"

MAGLIE – La consueta protesta domenicale del comitato pro 275 (a proposito, fra poco compirà un anno), formato da lavoratori che fanno capo al gruppo Palumbo, si è ammantata quest’oggi di un inconsueto richiamo religioso. Mercoledì scorso si è celebrata Sant’Anna, madre di Maria Vergine, e protettrice non solo delle donne partorienti, ma anche di vari mestieri, e loro – come lavoratori in eterna attesa di una riposta – hanno deciso di votarsi a lei. “Non ci rimane che affidarci alla fede divina”, hanno commentato oggi, con amaro sarcasmo, rinnovando l’appello “alla Regione per una risoluzione definitiva sulla vicenda”.

L’estate va avanti, il cado picchia come un pugile, oggi il traffico sulla statale era ovviamente più intenso del solito, ma loro non demordono e più di qualcuno ha dovuto attendere incolonnato che si sciogliesse il picchetto formato dai lavoratori i quali, come sempre, all’altezza dell’area di servizio Samer, nei pressi dello svincolo per Scorrano, hanno esibito striscioni e bandiere italiane, accompagnati questa volta anche da qualche santino.

(Il video della protesta)

“Sono mesi che lo chiediamo – lamentano - e fino a oggi nessuna risposta, nessun commento, nessun passo è stato fatto da parte della Regione”. “Non capiamo il perché di tutto questo silenzio – proseguono i lavoratori – su una situazione così importante sia dal punto di vista occupazionale, sia per lo sviluppo e la sicurezza di un intero territorio”. Anche oggi lo striscione srotolato riportava un aperto invito al presidente Michele Emiliano e alla vice Loredana Capone a occuparsi del problema. Ma avranno anche pensato che se la Regione non risponde, forse meglio chiedere alla religione.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Se la Regione non risponde non ci resta che affidarci alla religione"

LeccePrima è in caricamento