menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una foto della seduta della commissione Bilancio.

Una foto della seduta della commissione Bilancio.

Tributi non pagati: toni aspri tra l'ex assessore Guido e il presidente Torricelli

La parte finale della commissione Bilancio è stata caratterizzata da un alterco. Il consigliere di minoranza ha gridato il suo disappunto

LECCE – Toni accesi e pugni sbattuti sul tavolo della sala "Carlo Benincasa" di Palazzo Carafa al termine della seduta della commissione Bilancio: prima un intervento molto accesso del consigliere Andrea Guido, di Direzione Italia, poi la replica del presidente, Antonio Torricelli.

Il primo, come almeno in parte si evince anche dal video, non ha gradito il riferimento alla gestione fatta dall’amministrazione Perrone delle morosità maturate negli ultimi dieci anni per oltre mezzo milione di euro da quasi tutti i commercianti del mercato di piazza Libertini rispetto al pagamento della tassa di occupazione di spazi e aree pubbliche (Tosap). Il secondo, che è il consigliere comunale con maggiore “anzianità di servizio”, ha redarguito il ben più giovane esponente della minoranza e lo ha invitato più volte al silenzio.

Il video

Guido era intervenuto, poco prima, per riferire che, avendo parlato con molti dei commercianti che espongono nelle aree mercatali di piazza Libertini e via Bari (il bisettimanale), si era fatto l’idea che il ripristino della forma di pagamento giornaliera (il vecchio bollettino), invece che della tassa annuale, avrebbe consentito di arginare il fenomeno dell’evasione: “Un conto è pagare qualche euro ogni giorno di vendita – ha spiegato – invece di una somma importante”.

Torricelli ha risposto che per legge si deve procedere all’affidamento in concessione del servizio (il Comune di Lecce ha un accordo con la Dogre, fatto dalle precedenti amministrazioni di cui Guido era esponente) e che, comunque l’intento per il quale aveva convocato la commissione a discutere di quei temi non era punitivo, ma finalizzato a capire come eventualmente correggere le poste iscritte nel bilancio che parlano di un residuo attivo di oltre un milione di euro quando in realtà la cifra esigibile è di circa 850mila.

Guido, interrompendo più volte il presidente della commissione che gli ha dato per questo del maleducato, ha replicato che a lui interessa di più la sorte dei commercianti della città e che l’amministrazione Salvemini, piuttosto, si dovrebbe preoccupare del fallimento del piano della mobilità: “I negozi erano vuoti”, ha chiosato l’ex assessore all’Ambiente scatenando la reazione dei consiglieri di maggioranza che ritengono invece che il bilancio del primo fine settimana sia positivo, nonostante alcune cose da migliorare .

Per l’opposizione, oltre ad Andrea Guido, erano presenti Bernardo Monticelli che però si è allontanato prima della fine dei lavori e gli ex assessori Luca Pasqualini e Luciano Battista. Lo scontro ha colto di sorpresa un poco tutti e alla fine qualcuno ha cercato di sdrammatizzare attribuendo l'enfasi alla presenza in sala di due cronisti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento