Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Carditello, nuove minacce a Massimo Bray. La solidarietà del presidente della Provincia

L'ex ministro dei Beni culturali, originario di Lecce, ha ricevuto per la seconda volta presso la sede de Il Mattino una lettera con insulti e intimidazioni. Il suo impegno per l'acquisizione al patrimonio dello Stato dell'immobile che risale al periodo borbonico dà fastidio a qualcuno

@TM News/Infophoto

LECCE – Massima vicinanza da parte del presidente della Provincia, Antonio Gabellone, all’ex ministro dei Beni culturali, il leccese Massimo Bray, oggetto di una lettera minatoria recapitata venerdì alla redazione de Il Mattino. Una seconda missiva era indirizzata a  Nadia Verdile, colloboratrice della testata.

Bray è impegnato da tempo per il recupero e la valorizzazione della tenuta reale del Carditello, nel Casertano, risalente al periodo borbonico. Sotto il suo ministero è stato siglato l’accordo preliminare per l’acquisizione dell’immobile al patrimonio dello Stato, e sulla stessa linea si sta muovendo l’attuale titolare del dicastero, Dario Franceschini. E’ la seconda volta che Bray viene bersagliato da minacce di persone evidentemente interessate a che il Carditello abbia un’altra destinazione: l’anno scorso fu disposto il servizio di scorta.

“Sento di esprimere tutta la mia vicinanza all’ex ministro Bray – ha dichiarato Gabellone -, per l’opera di grande respiro condotta nel suo intenso percorso al ministero della Cultura, interrotta dalla caduta del governo Letta. Le minacce e le preoccupanti intimidazioni non fermino la sua costante e importante azione di rilancio delle politiche culturali del Mezzogiorno, all’insegna della legalità e della valorizzazione dei beni culturali, che nel nostro Sud Italia e nel nostro Salento hanno avuto importanti benefici dall’opera di governo di Bray”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carditello, nuove minacce a Massimo Bray. La solidarietà del presidente della Provincia

LeccePrima è in caricamento