Domenica, 21 Luglio 2024
La terza giornata di campionato

D’Aversa lancia Kaba e Krstovic. “Niente pause, essere bravi nei duelli personali”

In vista della gara di domani contro la Salernitana il tecnico giallorosso intenzionato a sfruttare la buona condizione fisica del centrocampista franco-guineano e dall’attaccante autore del pareggio a Firenze. Per il mister Strefezza un jolly d’attacco e Oudin meglio come trequartista

LECCE - Un Lecce a ranghi completi e che consente a mister Roberto D’Aversa di valutare più opzioni per la formazione da mandare in campo nella terza gara di campionato che vedrà i giallorossi impegnati domani sera, tra le mura amiche, contro la Salernitana di Paulo Sousa.

Tra i 28 convocati e a disposizione per la sfida ai campani figurano anche le ultime pedine incasellate dalle operazioni di mercato, tra cui Faticanti, Piccoli e Oudin. Presente anche Listkowski per il quale sino alla fine della prossima settimana si potrebbe anche concretizzare l’interessamento manifestato dal Brescia che ha ancora una finestra di mercato aperta.

Da quanto emerso dalla conferenza stampa della vigilia, il tecnico giallorosso pur non sbilanciandosi, come consuetudine, sulla formazione di partenza ha lasciato intendere che alcune modifiche sull’undici titolare sono già previste. E non solo per evitare le facili distrazioni che hanno consentito di regalare la prima frazione di gioco nella gara di domenica scorsa a Firenze ai padroni di casa che hanno imbastito il doppio vantaggio.

“La nostra squadra è giovane, e l’esperienza si può acquisire solo giocando. I giovani possono commettere degli errori, ma è importante che ci sia anche un essere un percorso di crescita che deve essere il più veloce possibile” ha spiegato il tecnico abruzzese, “nel campionato di Serie A, questa come tutte le partite sono insidiose e noi non dobbiamo commettere l'errore di cullarci e credere che possa essere una gara semplice, magari illudendoci dell’avvio di campionato positivo. L’entusiasmo, che deve sempre esserci” ha puntualizzato ancora D’Aversa, “non può distoglierci dal nostro obiettivo e dobbiamo evitare il più possibile gli errori che abbiamo commesso nelle prime due partite. In serie A gli errori non vengono perdonati e noi dobbiamo eliminare queste pause e farci valere nei duelli individuali”.

Un concetto esplicitato dal tecnico giallorosso parlando anche della prossima avversaria di campionato. “La Salernitana è una compagine che ha una rosa ampia e per quello che si è visto fino ad ora loro preferiscono giocare quando hanno palla con due trequartisti e una punta. Quando difendono invece possono variare. Indipendentemente da loro dobbiamo essere bravi sui duelli personali. Il risultato dipende soprattutto da questo aspetto”.   

Tornano alle scelte di formazione l’ossatura della squadra dovrebbe variare dal centrocampo in su con il possibile inserimento di Kaba dall’inizio a completare il trittico con Rafia e Ramadani. E con il tridente offensivo che vedrà Krstovic raccordarsi con Almqvist e Strefezza. E con Banda che questa volta dovrebbe partire dalla panchina. Ipotesi preannunciate da D’Aversa per dare equilibrio e compattezza ai reparti in questione, mentre davanti a Falcone il quartetto difensivo non dovrebbe mutare con (da destra a sinistra) Gendrey, Pongracic, Baschirotto e Gallo, confermati in avvio.

“Per quanto riguarda Kaba ha dimostrato di subentrare molto bene. All'inizio ha avuto anche lui delle difficoltà di ambientamento ma poi sul campo ha dimostrato qualità e un adattamento importante. Sia lui che Krstovic domani saranno della partita perché hanno una buona condizione fisica anche se non sono ancora al massimo, ma hanno acquisito già un buon minutaggio”.

Ma anche a gara in corso il tecnico leccese ha possibilità di varie soluzioni sia tattiche che di uomini con i quali cambiare modulo e riapprocciare la gara. Dalla velocità di Banda, alle geometrie di Oudin, per il quale è necessario un lavoro adeguato per “riportarlo in condizione” e che il mister, per le sue potenzialità, vede rendere al meglio “giocando dentro il campo, sulla trequarti”, ai centimetri di Piccoli che secondo il tecnico, dopo il secondo allenamento con la squadra, “si è presentato in buona condizione e sta bene”. 

Senza dimenticare la duttilità tattica di Strefezza, alla ricerca ancora del primo acuto in campionato. “Lui può giocare in qualsiasi ruolo davanti e alla Spal faceva anche il quinto di centrocampo” ha sottolineato D’Aversa, “può giocare ovunque e dipende da ciò che io voglio vedere o di ciò che ho bisogno: se voglio un giocatore a piede invertito o un attaccante più di manovra”.

L’avvertimento del tecnico giallorosso riguarda poi la complessità del campionato appena iniziato e che ha già visto le squadre che lottano per la salvezza ottenere dei risultati importanti. “Sarà un campionato molto equilibrato” ha concluso D’Aversa, “e per come si è partiti la quota salvezza sarà anche più alta dell'anno scorso”.

La gara tra Lecce e Salernitana si gioca domenica, 3 settembre alle 20.45 allo stadio di Via del Mare e sarà arbitrata dal Luca Massimi della sezione  di Termoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

D’Aversa lancia Kaba e Krstovic. “Niente pause, essere bravi nei duelli personali”
LeccePrima è in caricamento