Sport

Continua la favola di Riccardi. Il suo gol questa volta porta i tre punti al Lecce

La Casertana si difende bene e riparte, mentre i giallorossi faticano parecchio. Nella ripresa Di Piazza sblocca il risultato ma il pareggio di Galli gela il Via del Mare. Ancora decisivo il giovane centrale

Riccardi abbracciato dai compegni dopo il gol.

LECCE – Davide Riccardi ancora decisivo. Il 21enne centrale del Lecce ha segnato il gol della sofferta vittoria del Lecce contro la Casertana appena tre giorni dopo la sua prima marcatura da professionista, sabato ad Andria. E oggi come allora la rete è arrivata nel finale, ma questa volta invece di un punto ne vale due. I salentini replicano così al risultato tondo del Catania e del Trapani e allungano sul Monopoli, sconfitto a Catanzaro.

Primo tempo

Liverani, come annunciato, cambia qualcosa: rispetto ad Andria siedono in panca Ciancio e Armellino, dentro Costa Ferreira e Pacilli, con Lepore che si sposta nel ruolo dove rende meglio, quello di laterale destro.

Ghiotta occasione per Cosenza al 5: a pochi metri dalla porta, su una palla vagante, il centrale ha la possibilità di una conclusione comoda ma il risultato è più o meno da dimenticare. La Casertana si fa vedere con un trio di Carriero. Ospiti insidiosi con un tiro cross di Galli al 23’ e al25’ con la girata di prima intenzione di Marotta che chiama Perucchini alla deviazione in corner.

Al 31’ il Lecce costruisce una buona azione:  lancio di Costa Ferreira per Pacilli, con Cardelli che in uscita anticipa il tocca a rete del trequartista. Debole e centrale al 42’ il colpo di testa di Di Piazza.

Secondo tempo

Occasione per il Lecce in apertura di ripresa: il colpo di testa di Di Piazza viene deviato in corner dall’estremo casertano. Alto il tiro di Caturano al 52’, il Lecce sembra avere una determinazione maggiore nella ricerca del gol. E la rete arriva puntuale con Di Piazza che allo scoccare del 54’ riceve da Mancosu, supera in controllo il difensore,  mette fuori causa anche il portiere e batte a rete.

La Casertana – che è tornata in campo con D’Anna per Ferrara – si rendo però subito pericolosa con Di Matteo che anticipa in extremis Carriero. Fuori il tiro di Turchetta da buona posizione, gli ospiti reagiscono con generosità. Liverani richiama Costa Ferreira per Armellino e inserisce anche Torromino per Caturano.

Al minuto 58 Di Piazza molto vicino al raddoppio: Rajcic perde palla in pressione, Mancosu riparte e serve l’attaccante che tira sul secondo palo, in qualche modo Cardelli tocca la sfera che si alza oltre la traversa. Mister D’Angelo manda dentro Tripicchio per Lorenzini e Colli per Rajcic, improvvisando una sorta di 4-3-3 mentre al 78’ Liverani risponde con Ciancio per Pacilli, Lepore avanza a centrocampo per un 4-4-2. Armellino ci prova dalla distanza al minuto 81, inquadra lo specchio ma la parata è abbastanza agevole.

Passa un minuto e la Casertana pareggia: Torromino sulla sua trequarti prova con una finta a far passare la palla ma Galli intuisce tutto, la intercetta, avanza e scaglia un tiro sul quale Perucchini non arriva. D’Angelo inserisce subito Forte per Marotta, per il Lecce c’è Dubickas che entra al posto di Lepore mentre il capitano si appresta a calciare un corner: al suo posto calcia Mancosu, Riccardi stacca di testa, un avversario respinge ma il centrale del Lecce ribatte a rete di prima intenzione. Secondo gol consecutivo (e da professionista) per il numero due dei giallorossi.

Nel concitato spezzone di gara finale – con l’espulsione del direttore sportivo Mauro Meluso – il Lecce sfiora la terza rete, cogliendo la traversa con Di Piazza. Per il Lecce arriva il decimo risultato utile consecutivo, nono della gestione Liverani.

Il tabellino di Lecce-Casertana 2 a 1

LECCE (4-3-1-2): Perucchini; Lepore (cap.) (87 Dubickas, Cosenza, Riccardi, Di Matteo; Costa Ferreira (60’ Armellino), Arrigoni, Mancosu; Pacilli (79’ Ciancio); Caturano (60’ Torromino), Di Piazza. A disposizione: Chironi, Valeri, Megelaitis, Marino, Drudi, Lezzi, Tsonev, Gambardella. Allenatore: Liverani

CASERTANA (5-3-2): Cardelli; Ferrara (46’ D’Anna), Rainone, Lorenzini (70’ Tripicchio), Polak, Galli; Carriero (88’ Cigliano), Rajcic (cap.) (70’ Colli), De Marco; Turchetta, Marotta (86’ Forte). A disposizione: Avella, Finizio, Santoro, Minale. Allenatore: D’Angelo

Marcatori: 54’ Di Piazza, 82’ Galli, 87’ Riccardi

Ammoniti: 20’ Lepore, 29’ Turchetta, 31’ Costa Ferreira, 35’ Marotta

Arbitro: Viotti di Tivoli; assistenti: Maccadino di Tivoli e Vitaloni di Ancona

Spettatori: 7851 di cui 1202 paganti e 6649 abbonati

Risultati e classifica

Risultati: Akragas-Cosenza 0 a 2; Paganese-Catania 2 a 5; Sicula Leonzio-Fidelis Andria 1 a 1; Trapani-Rende 4 a 0; Bisceglie-Matera 2 a 1; Catanzaro-Monopoli 1 a 0; Juve Stabia-Virtus Francavilla 1 a 1; Reggina – Siracusa 0 a 2; Lecce – Casertana 2 a 1

Classifica: Lecce 30; Catania 25; Trapani 24, Monopoli 23; Siracusa 22; Virtus Francavilla 19; Reggina, Rende, Matera, Juve Stabia 17; Bisceglie e Catanzaro 15; Sicula Leonzio 13; Cosenza 12; Racing Fondi, Paganese 10; Akragas, Casertana, Fidelis Andria 9

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua la favola di Riccardi. Il suo gol questa volta porta i tre punti al Lecce

LeccePrima è in caricamento