Lunedì, 27 Settembre 2021
Sport

Lecce, quinto assalto alla B. Mancosu consiglia: "Partenza veloce e continuità"

Con le visite mediche e la presentazione del centrocampista sardo, ex di Benevento e Casertana, è partita la nuova avventura giallorossa. Da giovedì in Calabria

LECCE – Con la presentazione del centrocampista Marco Mancosu, poco prima di mezzogiorno, è iniziata la nuova stagione agonistica del Lecce.

Al quinto anno consecutivo in Lega Pro, la formazione giallorossa sta assumendo di giorno in giorno un aspetto completamente diverso rispetto a quello dell'organico che è arrivato in semifinale, persa contro il Foggia: restano il secondo portiere Bleve, Carozza, Camisa Cosenza, Doumbia, De Feudis e Lepore, più Freddi reduce da un’operazione chirurgica che lo terrà lontano dai campi di gioco per diversi mesi. Nei prossimi giorni, naturalmente, ulteriori operazioni in uscita potrebbero ridurre ancora il numero dei superstiti.

I volti nuovi sono al momento otto: oltre a Mancosu hanno raggiunto un’intesa con il club salentino i difensori Giosa, Vitofrancesco, Contessa, i centrocampisti Arrigoni, Fiordilino, Maimone e il portiere Gomis. Un pacchetto abbastanza assortito, che consentirà al tecnico Pasquale Padalino di poter lavorare sin dal primo giorno di ritiro con una certa serenità. Dopo le visite mediche e qualche allenamento in sede, la comitiva giallorossa partirà giovedì alla volta di Cotronei, sulla Sila, dove resterà fino al 29 luglio.

Secondo di tre fratelli con la passione per il calcio e per la metà campo avversaria – Matteo è una prima punta, Marcello invece un esterno – Marco Mancosu ha spiegato ai cronisti che l’accordo con il direttore sportivo Mauro Meluso era stato sancito ben prima di essere annunciato e che già un paio di volte nelle precedenti stagioni il Lecce gli aveva fatto la corte.

Il calciatore sardo ha spiegato di preferire il ruolo di mezzala sinistra nel centrocampo a tre, ma di poter giocare anche a destra e, se necessario, adattarsi come esterno. Ha dichiarato inoltre di non aver avuto bisogno di assumere alcuna informazioni prima di accettare la proposta di trasferimento: del resto contro il Lecce ha giocato e segnato, due volte (con la maglia del Benevento), e ha avuto modo di toccare con mano l’ambiente giallorosso.

Mancosu è un giocatore abituato alla categoria e alle posizioni di vertice: dopo due anni a Benevento, ha militato nella Casertana con la quale, proprio nell’ultimo torneo, è stato in testa alla classifica per la prima parte della stagione. Qualche suggerimento utile perché il quinto tentativo del Lecce abbia successo, dunque lo ha: “E’ certamente la continuità di risultato l’aspetto più importante. Dovremmo cercare di partire forte, perché altrimenti è difficile recuperare e capire che alcune volte è sempre meglio muovere la classifica che perdere: basti vedere il Benevento che quest’anno ha perso solo tre partite. Ma credo che abbiamo una rosa abbastanza esperta”,

Il centrocampista sardo potrebbe ritrovare a breve un suo ex compagno di squadra, l'attaccante Alfageme (10 goal con la Casertana lo scorso anno): "E' un ottimo calciatore e una bravissima persona, da noi ha fatto la differenza. Sinceramente non sapevo di questo interessamento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce, quinto assalto alla B. Mancosu consiglia: "Partenza veloce e continuità"

LeccePrima è in caricamento