Tutti di corsa per la ricerca. La Gallipoli Run colora il lungomare

Si è conclusa la terza edizione della Gallipoli Run la gara podistica a favore della Lilt e del nuovo centro scientifico Ilma. Oltre 800 i partecipanti in un tripudio di musica e colori

GALLIPOLI - Correre in nome e per conto della prevenzione e della ricerca per dare un contributo tangibile al realizzando progetto del centro di ricerca innovativo targato Lega italiana tumori della provincia di Lecce e per tenere sempre alta l’attenzione sulla delicata tematica sanitaria. Tutti ancora una volta di corsa, sul lungomare di Gallipoli, per sostenere la ricerca e dare impulso alla lotta ai tumori e, soprattutto, per concentrare energie e risorse nello studio e nell’approfondimento delle cause scientifiche del grave stato di inquinamento del suolo riscontrato con il progetto di ricerca Geneo, in 32 comuni del Salento e che  produrrà i suoi effetti epidemiologici tra molti anni.

Si è svolta nella mattinata di domenica la Gallipoli Run, l'evento sportivo targato Lilt, in collaborazione con la società sportiva Atletica Anxa di Gallipoli, nell'ambito della campagna di promozione e raccolta fondi "Io sostengo il Centro Ilma” giunta alla sua terza edizione e che quest’anno si è riproposta nella rinnovata veste della “ColouRun” dedicata a sostenere i primi Stati Generali della Prevenzione dei Tumori nel Salento che si celebreranno nel 2020. Grande partecipazione gioiosa anche per questa terza edizione della gara podistica nazionale no profit con il patrocinio anche di Fidal e Coni e la collaborazione del Comune di Gallipoli. La manifestazione ha fatto registrare oltre 800 partecipanti, impegnati nella corsa lungo la litoranea dal Lido San Giovanni alla Baia Verde, affiancata dalla passeggiata non competitiva. La competizione sportiva infatti si è concentrata alle falde della torre della zona del Lido San Giovanni, ed è stata  pensata sia per i semplici appassionati che per i professionisti della podistica con due opzioni: la gara su strada di 8 chilometri e la camminata di 4 chilometri sulla litoranea di Gallipoli, in direzione sud verso la  Baia Verde, con un work out di riscaldamento a suon di musica rock per preparare i muscoli prima della partenza. La manifestazione, oltre all'aspetto sportivo, è stata ideata anche come una grande festa di intrattenimento per grandi e piccoli, grazie al ricco programma di performance ed esibizioni artistiche.    

Sono stati Andrea Stefanizzi della Podistica Magliese e Sara Grasso i primi assoluti vincitori della terza edizione della corsa su strada. Subito dopo l'arrivo è iniziata la festa sotto la direzione artistica di Giampaolo Catalano e di Pasquale Zonno. Tanta la musica, il divertimento per i bambini che hanno partecipato ai laboratori di arte circense e agli spettacoli realizzati dagli animatori. Non è mancato lo zucchero filato colorato che assieme a tantissimi palloncini hanno contribuito a vivacizzare la piazza e il lungomare. Infine, terminato il countdown, il cielo di Gallipoli si è colorato per i tanti palloncini variopinti sospesi per oltre un'ora in aria, attirando l'attenzione di grandi e piccoli. Dal palco il deejay ha continuato a suonare e la gente a ballare, non prima del messaggio Lilt di benessere e salute da tutelare e mantenere applicando buone pratiche di prevenzione. Come la manifestazione “Gallipoli Run” testimonia: sole, aria aperta, sport, buon umore e condivisione. E’ stato presentato poi, dall’oncologo Giuseppe Serravezza, il fine principale della Lega per la lotta ai tumori che vede nel Centro Ilma la sua massima espressione: l'istituto di ricerca per le cause ambientali di malattia in corso di ultimazione sulla provinciale tra Gallipoli e Alezio, realizzato con il solo sostegno economico della comunità. La nuova edizione della Gallipoli Run è stata sostenuta e promossa anche dal sindaco Stefano Minerva e dall’assessorato allo Sport retto da Titti Cataldi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

  • A spasso in centro con eroina e cocaina: finisce in manette un 48enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento