rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
L’esito definitivo a tarda sera. Evitato il ballottaggio / Galatone

Filoni centra il bis al fotofinish: battuta la resistenza di Annamaria Campa

Un’avvincente lotta all’ultimo voto a Galatone dove il sindaco uscente vola al 50,38 per cento e conquista la riconferma al primo turno. Staccata di mille voti la dirigente scolastica sostenuta da civiche di centrodestra che si ferma al 38,98 per cento. Fuori dai giochi Settimo De Mitri e Zenobini

GALATONE - Quando si è arrivati ad oltre la metà dei voti scrutinati, poco più di 4mila e 700 su 9.768 totali, la coalizione del sindaco uscente Flavio Filoni, sfiorando il 51 per cento delle preferenze, ha cullato, per la prima volta nell’arco della giornata, l’agognata speranza dello strappo vincente al primo turno e la riconferma alla guida della città galatea senza il turno supplementare di ballottaggio.

E così è stato anche nello spoglio finale, al fotofinish. Perché nella lunga battaglia all’ultimo voto, riveniente dalle schede scrutinate nelle urne delle 15 sezioni  cittadine, si è scongiurata, solo a notte fonda, sul filo di lana, una nuova sfida al secondo turno.

Torna subito a palazzo di città il primo cittadino uscente Flavio Filoni (supportato dalle sette liste della coalizione allargata Continuiamo Insieme, che viaggia sull’asse Pd, Con Galatone e civiche variegate e con il supporto anche del movimento di Andare Oltre del sindaco di Nardò, Pippi Mellone) che vince la resistenza della dirigente scolastica, ed ex assessore dell’amministrazione di Livio Nisi, Annamaria Campa, sostenuta anche lei da sette compagini civiche e legate al centrodestra, e precisamente Prima Galatone, Galatone 2022, Galatone Futura, Impronta Sociale Galatone, Lei Libere Energie Innovative, Movimento Regione Salento e Vivi-Amo Galatone.

La coalizione a sostegno di Filoni (ne fanno parte, oltre alla lista del Pd, anche le civiche e i movimenti Cambiamenti, Con Galatone, Galatone al Centro, Galatone Protagonista, Insieme per Galatone, La Meglio Gioventù) ha portato in dote 5.155 preferenze e in totale il candidato sindaco, che ha avuto dalla sua parte anche l’appoggio della lista di Michele Emiliano e Alessandro Delli Noci e il sostegno dell’assessore regionale Sebastiano Leo e del sindaco di Gallipoli e presidente della Provincia, Stefano Minerva, ha incamerato 4.855 voti, pari al 50,38 per cento dei consensi.

Buona la strenua resistenza messa in campo dalla coalizione di Annamaria Campa, che agli sgoccioli dello scrutinio conta 3.756 voti complessivi, sufficienti a centrare il 38,98 per cento delle preferenze, ma non a garantire un risultato utile verso il turno supplementare condito da altri quindici giorni di campagna elettorale.

Annamaria Campa-2

Restano fuori dai giochi anche gli altri due candidati sindaco, in corsa al primo turno: Emanuela Settimo De Mitri, con le liste Progettiamo Galatone, Immagina domani, e Legalità, trasparenza, partecipazione, che ottiene 750 preferenze (pari al 7,78 per cento) e Sebastiano Zenobini (Galatone Bene Comune), con 275 voti (il 2,85 per cento). Il dato relativo all’affluenza al primo turno per le amministrative di Galatone è stato del 65,53 per cento con una flessione di circa il 3,3 per cento rispetto al dato delle comunali del 2017. Le schede nulle sono state 100, mentre quelle bianche 56. Qui gli ulteriori dati di liste e candidati consiglieri.   

IMG_8888-12-7

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filoni centra il bis al fotofinish: battuta la resistenza di Annamaria Campa

LeccePrima è in caricamento