menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dj Mario Fargetta. Quello vero (@TM News/Infophoto).

Dj Mario Fargetta. Quello vero (@TM News/Infophoto).

Si spaccia per il dj Mario Fargetta. Tradito dal suo telefono, denunciato 34enne

Erano anni che Get Far, noto dj milanese di musica house e dance, non riusciva a capire chi utilizzasse il suo nome per spacciarsi per lui al telefono davanti ai vip dello spettacolo. Ed ottenere in questo modo biglietti gratis per i concerti. La polizia è risalita a un neretino

NARDO’ – Erano cinque anni che Mario Fargetta, in arte Get Far, noto dj milanese, produttore discografico, specializzato in musica house e dance, non riusciva a capire chi continuava a utilizzare il suo nome per spacciarsi al telefono per lui, telefonando ai vari personaggi dello spettacolo, ai quali si sentiva di poter chiedere numeri di telefono e informazioni di vario genere. Sai com’è, tra artisti e personaggi dello spettacolo si fa così.

E la farsa è andata avanti fino a quando la polizia è riuscita a risalire a D.L., 34 anni, neretino, disoccupato. L’uomo, di fronte agli agenti del commissariato di Nardò, ha ammesso di avere preso in prestito il nome del dj e per questo è stato denunciato per sostituzione di persona.

Ma come gli è venuto in mente di sostituirsi a Get Far? Interrogato dagli investigatori e messo di fronte all’evidenza dei fatti, l’uomo avrebbe confessato di essere l’autore delle numerose telefonate, sotto mentite spoglie, a causa della sua passione per la musica e per il mondo dello spettacolo. Inoltre, proprio dicendo di essere Mario Fargetta, avrebbe ottenuto biglietti omaggio per assistere a concerti di livello.

Al 34enne gli investigatori sono giunti dopo che il vero dj, a fine estate, aveva sporto denuncia per sostituzione di persona presso il commissariato di polizia “Città studi” di Milano. L’artista avrebbe raccontato che, da circa cinque anni, uno sconosciuto con marcato accento meridionale, sostituendosi a lui, aveva effettuato numerose telefonate a vari personaggi del mondo dello spettacolo, chiedendo informazioni e numeri di telefono.

Furbo, il neretino  non era mai stato individuato, poiché aveva sempre avuto cura di utilizzare un’utenza telefonica sconosciuta. Ma poi, durante una delle sue telefonate, si è distratto ed ha utilizzato uno dei tre telefoni cellulari in suo possesso, dimenticandosi di rendere anonima la chiamata. A quel punto si è potuto risalire all’uomo e dargli un nome. Vero questa volta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento