Mercoledì, 23 Giugno 2021
Nardò

Nardò supera la prova di Battiti Live, in migliaia in piazza Diaz per il tour

Si stimano circa 20mila presenze nella serata in via XXV Luglio per assistere all’evento dell’estate. Oggi pulizia e viabilità ok

Battiti Live ieri a Nardò (photo ufficio stampa Radionorba).

NARDO’ –  Prova di maturità superata e anche gli inevitabili, ma contenuti disagi patiti nel fine settimana, sono già archiviati e ripagati da un innegabile successo per la seconda tappa di Battiti Live in piazza Diaz a Nardò. A tracciare il bilancio in termini positivi per le migliaia di presenze assiepate tra via XXV luglio e la piazza antistante il castello per seguire il tour itinerante del gruppo Norba (e anche per il ritorno di immagine e la ricaduta in termine di promozione territoriale) è chi su tale evento ha riposto fiducia fin da subito e in un periodo in cui le temperature erano ben al di sotto della canicola estiva: il sindaco Pippi Mellone, l’assessore Francesco Plantera e l’amministrazione comunale di Palazzo Personé.

Ma non solo, visto che i commenti della folla fluttuante confinata nella gabbia di sicurezza predisposta per l’evento e soprattutto la partecipazione ritmata dei giovanissimi armati solo di tanto entusiasmo e di telefoni cellulari puntanti verso il mega palco, e pronti per foto e video da salvare nelle memorie tecnologiche, sono stati la risposta sul campo dell’alto indice di gradimento per il Battiti Live pulsante nel cuore di Nardò. Già nel corso della nottata appena trascorsa il lavoro degli operatori della Bianco igiene ambientale ha consentito di ripulire l'area intorno al palco (smontato e con la riapertura contestuale al traffico delle strade interdette) e le vie limitrofe, restituendo decoro e normalità alla città e azzerando i disagi. E mentre il torpedone e la flotta del Radionorba Battiti Live è già in viaggio e prepara la terza tappa in direzione di Andria, in casa neretina è il tempo di rendicontare la positività dell’evento. Sono arrivati in migliaia nella serata di ieri in quel di Nardò. Si stima una presenza di almeno 20 mila persone o giù di lì. Comunque un'invasione pacifica e corposa. Un po’ di stanchezza e tanta soddisfazione a poche ore dalla fine per il sindaco Pippi Mellone che ha tenuto il fiato sospeso per due giorni seguendo ogni dettaglio della preparazione dell’evento: dalla lunga serata musicale, impreziosita dall’incursione a sorpresa di Gianni Morandi, in vacanza come sempre nel Salento,  e il post-concerto, con il regolare deflusso di circa venti mila persone e tutto il lavoro per restituire alla città la sua normalità con il ripristino dei luoghi, la pulizia, la viabilità.

“La cosa più importante che mi sento di dire” ha commentato il primo cittadino, “è la consapevolezza che Nardò è una città matura. Ha condiviso in modo esemplare il senso della scelta che abbiamo fatto e ne ha compreso la portata, tollerando i piccoli sacrifici e disagi di questo fine settimana. Ciò, ovviamente, al di là di considerazioni legittime sul gusto musicale e sulle preferenze di ciascuno di noi. È il risultato più rilevante che portiamo a casa grazie a Battiti. Da oggi sappiamo di poter contare su una comunità pronta e disponibile a eventi di questo genere, che “gioca” assieme all’amministrazione comunale e a tutti i soggetti coinvolti la partita dello sviluppo della città e del futuro del territorio. Per l’evento” continua Mellone, “parlano le immagini, da sole. Migliaia di persone per un concerto in città non c’erano mai state. E la prospettiva di via XXV Luglio stracolma di gente partecipe e felice, di giovani e meno giovani, di famiglie, passerà alla storia di questa città. L’idea di una Nardò finalmente viva e protagonista dopo anni di sostanziale anonimato è particolarmente intrigante. Decine di attività commerciali e ricettive hanno ampiamente beneficiato della presenza di così tante persone in città sin dalle prime ore di domenica. Questa manifestazione ha portato alla ribalta Nardò per settimane e non è finita qui perché il 9 agosto avremo la prima serata di Italia1. Abbiamo attirato l’interesse di migliaia e migliaia di persone, colpite dai post e dalle attività social degli artisti, dell’organizzazione, di Elisabetta Gregoraci, di Gianni Morandi e di tutti gli altri. Un ritorno di immagine e di visibilità che oggi è difficile persino quantificare”.

Il sindaco parla di una prova di maturità superata anche per la macchina amministrativa, con un inevitabile sforzo organizzativo profuso di concerto con il gruppo Norba, con la prefettura, le forze dell’ordine e con tutti i soggetti a vario titolo coinvolti, particolarmente impegnativo anche per le recenti disposizioni sulla sicurezza. Spettacolo e ospiti musicali sul palco sino oltre la mezzanotte, ma anche nel backstage sono stati intravisti l'assessore alla cultura e al turismo della Regione (che sostiene l’evento con Pugliapromozione) Loredana Capone e il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro. Sul palco, fronteggiato da una piazza e un viale stracolmo di giovani e meno giovani, hanno dettato i tempi della diretta Alan Palmieri ed Elisabetta Gregoraci, con Celeste inviata tra il pubblico.

Ad aprire il duo Benji&Fede con le loro “Tutto per una ragione” e “New York” che hanno infiammato i cuori delle fan, alcune delle quali arrivate in piazza dalle prime ore del mattino. Poi l’eleganza artistica di Paola Turci con il brano sanremese “Fatti bella per te” e a seguire  “Un’emozione da poco”, cover del successo di Anna Oxa, e a seguire da una delle regine dei tormentoni estivi, Baby K con “Voglio ballare con te”. Il gruppo in voga Thegiornalisti, la formazione romana di Tommaso Paradiso ha presentato un trittico con “Completamente”, “Sold out” e “Riccione”, la loro canzone dell’estate. Incursione a sorpresa e saluti alla “fantastica” Nardò di Gianni Morandi, che ha intonato il successo estivo, replicato in video, di “Volare” realizzato con Rovazzi. Dirompente esecuzione di Bianca Atzei che fa cantare tutti con “Abbracciami, perdonami gli sbagli” e “Ora esisti solo tu” e acclamatissimo anche Riki con “Perdo le parole” e “Polaroid”. Pianoforte e voce di Gigi D’Alessio anticipano Michele Bravi e Briga prima della fase finale affidata alla leggiadria della rivelazione di Amici, la giovanissima Federica e poi Jake la Furia che accende la piazza con la sua energia prima dei saluti finali con il cuore ancora pulsante di Nardò.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nardò supera la prova di Battiti Live, in migliaia in piazza Diaz per il tour

LeccePrima è in caricamento