Nardò Nardò

Guerra agli ombrelloni “segna posto”: sequestri anche nelle marine di Nardò

Nella serata di ieri, gli agenti della polizia locale della cittadina hanno eseguito controlli sul litorale. Proseguiranno anche nei prossimi giorni

Uno dei controllia Santa Maria al Bagno

NARDO’ – Blitz e sequestri di ombrelloni “segna posto” anche sulle spiagge delle marine di Nardò. Dopo i vari interventi in altri punti del litorale ionico, anche la polizia locale neretina prende provvedimenti. D’intesa con la Procura della repubblica di Lecce, infatti, gli agenti hanno eseguito controlli per rimuovere tutte quelle attrezzature piazzate preventivamente in spiaggia e lasciate per  tutto il corso della notte.

 Vigili e guardie zoofile, nelle ultime ore, hanno passato al setaccio le spiagge delle località marine neretine, provvedendo al sequestro di un ombrellone e due sedie a Santa Maria al Bagno, un ombrellone e una sedia in località Frascone, sei ombrelloni, un lettino, una sedia, un pallone e indumenti vari a Sant’Isidoro. Nessun rilievo è emerso, invece, sulla spiaggia di Santa Caterina. Pochi trasgressori rispetto a quelli scoperti pochi giorni addietro, a Torre Lapillo, dai carabinieri di Porto Cesareo. Forse il segno che le verifiche stiano cominciando a fungere da deterrente.

La violazione commessa è quella del codice della navigazione che vieta “qualsiasi occupazione abusiva incontrollata sul demanio marittimo oltre il tramonto del sole”. L’attività è stata realizzata la notte scorsa, d’intesa con la Procura della Repubblica di Lecce, ma proseguirà anche nelle prossime settimane.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra agli ombrelloni “segna posto”: sequestri anche nelle marine di Nardò

LeccePrima è in caricamento