Giovedì, 24 Giugno 2021
Otranto

A dieci anni dalla sua scomparsa arriva il "Festival Carmelo Bene"

Il grande artista sarà ricordato con un tributo in programma tra Lecce, Otranto e Bari, promosso da Provincia, Comune di Otranto e il "Bari International Film Festival". Domani la presentazione a Roma

LECCE – Il 16 marzo del 2002 moriva a Roma Carmelo Bene, tra i massimi esponenti della cultura italiana, soprattutto nel teatro, ma anche nel cinema, nella letteratura, nella poesia. A 10 anni dalla sua scomparsa, la Puglia rende omaggio al grande artista con un Festival itinerante interamente dedicato a lui. L’iniziativa, che vede promotore e partner la Provincia di Lecce, sarà presentata domani, mercoledì 1 febbraio in una conferenza stampa a Roma, alla presenza della vice presidente Simona Manca e del consigliere provinciale Francesco Bruni

Bene sarà ricordato con un grande tributo in programma tra Lecce, Otranto e Bari, promosso da Provincia di Lecce, Comune di Otranto e Bif&st, il Bari International Film Festival, giunto alla sua terza edizione, promosso e finanziato dalla Regione Puglia e organizzato dall’Apulia Film Commission. Particolarmente originale l’omaggio predisposto dalla Provincia di Lecce con il supporto del Museo “Sigismondo Castromediano” di Lecce e la collaborazione del noto regista salentino Edoardo Winspeare e della costumista Antonella Cannarozzi, candidata al premio Oscar 2011 per i costumi del film “Io sono l’amore” di Luca Guadagnino.

Nel suggestivo scenario barocco offerto dalla Chiesa di San Francesco della Scarpa a Lecce, il 16 marzo prossimo, sarà realizzato un “tableau vivant” con i costumi di scena originali utilizzati da Carmelo Bene. La performance sarà messa in scena da Luigi Presicce, artista invitato a Kassel 2012, la più importante rassegna d’arte contemporanea del momento, con la regia di Edoardo Winspeare e la coreografia dei costumi di scena di Antonella Cannarozzi. Un set work in progress sarà aperto al pubblico e nel backstage saranno ospitati importanti personalità del mondo dello spettacolo. Le riprese prodotte saranno montate in un video a cura della società di produzione Saietta Film, che sarà proiettato nell’ambito di una mostra tematica allestita nel Museo provinciale “Castromediano”, a Lecce. Le sale del complesso museale provinciale ospiteranno, inoltre, costumi di scena, arredi e libri personali di Carmelo Bene. La mostra sarà aperta al pubblico dal 20 marzo al 30 giugno.

La Provincia di Lecce ricorderà il grande maestro anche con due concerti speciali di chiusura del “Festival Carmelo Bene” che si terranno venerdì 4 maggio, alle 21, nel Teatro Politeama Greco di Lecce e sabato 5 maggio, ad Otranto. Questo il programma: direttore Marcello Panni, voce registrata di Carmelo Bene, flautista Roberto Fabbriciani, soprano Alda Caiello; Roberto Vetrano, Il mal de' fiori per soprano e orchestra su poesia di Carmelo Bene (prima esecuzione assoluta commissione della fondazione Ico); Bruno Maderna, Dimensione III, flauto e orchestra dall'opera Hyperion, testi tratti dal romanzo omonimo di Friedrich Holderlin letti da Carmelo Bene (1981) (prima esecuzione a Lecce).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A dieci anni dalla sua scomparsa arriva il "Festival Carmelo Bene"

LeccePrima è in caricamento