Otranto

Piani d'azione per l'energia sostenibile: quattro Comuni salentini virtuosi

Premiate ieri a Roma, nell'auditorium del gestore dei servizi energetici, tra gli oltre 80 partecipanti, Bagnolo del Salento, Cannole, Cursi e Palmariggi, realtà che compongono l'Unione dei Comuni dell'entroterra idruntino

La premiazione

PALMARIGGI - Sono stati consegnati ieri nell'auditorium del Gse  (Gestore dei servizi energetici) di Roma i riconoscimenti ai vincitori della seconda edizione del concorso per i migliori Paes, Piani d'azione per l'energia sostenibile italiani, promosso da Alleanza per il clima in collaborazione con Kyoto Club. Tra i premiati "A+CoM", il piano di azione per l'energia sostenibile dell'Unione dei Comuni idruntini, che vede la collaborazione di Bagnolo del Salento, Cannole, Cursi e Palmariggi, che hanno intrapreso il percorso del patto dei sindaci ed hanno elaborato il Paes in forma congiunta.

La manifestazione è stata anche l'occasione per fare il punto sulla politica energetica nazionale. Con un occhio all'Europa: tra i relatori Stephan Kohler, direttore della Dena - Agenzia Energetica Tedesca - braccio destro di Angela Merkel in ambito energetico. Insieme a Kohler sono intervenuti anche Costantino Lato, direttore "Studi, statistiche e servizi specialistici del Gse", Sergio Zabot, direttore del settore energia della Provincia di Milano, Filippo Bernocchi, delegato Anci all’energia e rifiuti, e Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club.

Ciò che è emerso è il quadro di un Paese, che, nonostante tutto innova ed affronta, a partire dalle politiche locali, le grandi sfide globali della sostenibilità e del risparmio energetico. L'obiettivo è quello di ridurre, entro il 2020, le emissioni dell’intero territorio del 35% rispetto alle emissioni del 2005 (anno base), attraverso 24 azioni nei settori chiave: pubblico, residenziale, terziario e attività produttive, mobilità e trasporti.

Il piano d'azione per l'energia sostenibile (Paes) dei comuni dell'entroterra idruntino è stato premiato su oltre 80 partecipanti, insieme a quelli di Bologna, Pesaro, Torri di Quartesolo (Vi), Sasso di Castalda (Pz), Treviso, Foiano della Chiana (Ar), Vigonovo (Ve) e a quello di Loceri (Og). A consegnare i premi ai vincitori, nell'arco della mattinata, anche Annalisa Corrado, di AzzeroCo2, Mariarosa Vittadini, dello Iuav di Venezia, Karl-Ludwig Schibel, coordinatore di Alleanza per il clima, e Antonio Lumicisi, responsabile della campagna See Italia per il Ministero dell’ambiente.

A ritirare i premi per conto dei Comuni salentini, Anna Elisa Stifani, sindaco di Palmariggi e presidente dell'Unione comuni entroterra idruntino, Sonia Mariano, primo cittadino di Bagnolo del Salento, ed Anna Rita Guglielmo, assessore di Cannole all'Unione dei Comuni. Assente, ma fondamentale per la formulazione del Paes, Antonio Salvatore Trevisi, energy manager dell'Università del Salento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piani d'azione per l'energia sostenibile: quattro Comuni salentini virtuosi

LeccePrima è in caricamento