rotate-mobile
Per innalzare il livello di guardia / Specchia

Comune e polizia locale a tutela degli anziani: opuscolo per fronteggiare truffe e raggiri

Iniziativa dell’amministrazione comunale e del comando della polizia locale di Specchia per salvaguardare i cittadini più esposti e vulnerabili. In distribuzione il vademecum per imparare a riconoscere e a difendersi dai truffatori

SPECCHIA – Un aiuto concreto per salvaguardare le persone più esposte e vulnerabili dalle odiose grinfie dei truffatori senza scrupoli. E nelle case e nei luoghi di ritrovo degli anziani, in particolare, arrivano le istruzioni per l’uso con un importante e comodo vademecum a portata di mano.

Nell'epoca sempre più digitalmente connessa, i rischi di truffe e raggiri sono in costante aumento, con gli anziani che rappresentano una delle categorie più vulnerabili per i truffatori. E per affrontare questa crescente minaccia, la polizia locale di Specchia, guidata dal neo comandante Andrea Zacà, ha preparato un opuscolo informativo destinato alla cittadinanza, che è attualmente in fase di distribuzione.

Le tattiche dei truffatori diventano sempre più sofisticate: possono fingere di essere corrieri, agenti di polizia o tecnici del gas, o agire attraverso chiamate telefoniche, messaggi e-mail ingannevoli. L'obiettivo rimane costantemente il medesimo: sottrarre denaro, gioielli, codici bancari o informazioni personali.

“Proteggere i nostri anziani è una priorità, essendo particolarmente suscettibili a queste truffe, soprattutto quando si trovano soli a casa", ha sottolineato il sindaco di Specchia, Anna Laura Remigi, evidenziando l'importanza dell’iniziativa.

Lo stesso comandante della polizia locale, Andrea Zacà, ha specificato come la prevenzione di tali crimini possa avvenire tramite iniziative informative mirate, che sensibilizzino la fascia di popolazione più a rischio, incoraggiandola ad adottare comportamenti protettivi. In questo contesto, rientra l’opuscolo in questione che contiene indicazioni e consigli chiari e comprensibili su come riconoscere una truffa e prevenirla.

I cittadini, pertanto, in presenza di tali incresciosi situazioni sono invitati a chiamare, senza indugio, il numero unico d'emergenza 112 o recarsi nel più vicino presidio delle forze di polizia.

"L'obiettivo principale di questo progetto è educare e informare i cittadini sulle truffe più comuni, sviluppando maggiore consapevolezza e attenzione nelle situazioni dubbie”, commenta l'assessore con delega specifica alla polizia locale, Nicolina Placì, “desideriamo dotare gli anziani degli strumenti necessari per riconoscere ed evitare queste frodi e ogni sorta di raggiro a scapito dei cittadini e delle persone più esposte”.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

opusolo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune e polizia locale a tutela degli anziani: opuscolo per fronteggiare truffe e raggiri

LeccePrima è in caricamento