rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Attualità Galatone

Tutela ambientale e del mare: la capitaneria istruisce gli studenti delle scuole

Il personale della guardia costiera ha raccolto l’invito dell’associazione di promozione sociale UniRoca nell’ambito del progetto “Sulle rotte della legalità alla scoperta della bellezza”. Incontro informativo nell’istituto Medi di Galatone

GALLIPOLI – Tutela dell’ambiente e del mare da ogni forma di abuso e di inquinamento e regole di comportamento per accrescere la cultura della legalità e delle bellezza in un contesto naturalistico e marinaresco. Su queste prerogative i comando della guardia costiera di Gallipoli ha raccolto l’invito dell’associazione di promozione sociale UniRoca nell’ambito del progetto: “Sulle rotte della legalità alla scoperta della bellezza”.

Dopo l’appuntamento al liceo Virgilio Redi di Lecce nella giornata ufficiali e personale della capitaneria di porto ionica si sono presso l’istituto di istruzione secondaria superiore “Enrico Medi” di Galatone. Scuole diverse, studenti diversi, ma tutti accomunati dalla stessa passione per l’ambiente, per il mare quale patrimonio inestimabile della collettività.

L’incontro si è inserito tra l’altro nella settimana blu, nata quale campagna di sensibilizzazione e di cultura del mare per un’educazione civica al rispetto dell’ambiente marino.

Nel corso della mattinata del 19 aprile scorso, il personale della capitaneria di porto ha esposto le principali attività svolte per la sorveglianza ambientale e la risposta degli studenti è stata una grande soddisfazione, testimonianza del loro impegno per il futuro: tanti gli interventi, le domande, le curiosità. Per loro infatti si è trattato di un’esperienza concreta di avvicinamento alle tematiche ambientali e di sicurezza in mare nel loro percorso formativo e didattico.

L’attività di informazione rivolta alle giovani generazioni di studenti si ricongiunge agli obiettivi ed ai compiti della guardia costiera, impegnata in tutto ciò che riguarda gli usi civili e produttivi del mare, dalla ricerca e soccorso in mare, alla tutela della sicurezza della navigazione, alla difesa dell’ambiente ed alla tutela del patrimonio ittico e dell’habitat marino e costiero.

Nel corso della trasferta nell’istituto superiore particolare attenzione è stata rivolta alle tematiche relative all’inquinamento dei corsi d’acqua, al ciclo della depurazione delle acque ed alla promozione di comportamenti virtuosi e sono stati illustrati i numerosi compiti svolti in campo ambientale da personale specializzato della guardia costiera, come la rilevazione costante di parametri fisico-chimici utili al monitoraggio mediante la tecniche dei campionamenti.

Il presidente di UniRoca ha rivolto al comandante della capitaneria di porto di Gallipoli, Pasquale Vitiello e al capitano di corvetta, Alessandra Spagna, un ringraziamento particolare per l’attenzione dimostrata verso i giovani studenti, futuri cittadini e fruitori del mare.

Ha proseguito poi il proprio intervento raccontando il progetto, nato su una barca che veniva utilizzata quale vettore per il trasporto di migranti. Ecco, quella barca affidata poi a Legambiente di Leverano e della Terra d’Arneo, è diventata oggi un laboratorio didattico per tanti ragazzi, si è trasformata in un luogo di giustizia ed ancora una volta di futuro per giovani, piccoli e adulti che guardano alla vita con una rinnovata speranza di migliorare l’ambiente.

La capitaneria di porto di Gallipoli, sotto il coordinamento della Direzione marittima della Puglia e Basilicata Ionica, é vicina a questo genere di attività meritorie che dimostrano come le scuole sono il capitale per diffondere la cultura del mare, percorsi formativi che costruiscono un sistema di valori volto ad una nuova coscienza ecologica e che aiutano studenti e studentesse a trovare la giusta rotta nel rispetto dell’ambiente e a preservarlo, ricominciando se necessario con delle diverse e buone pratiche, proprio come la storia della barca della legalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutela ambientale e del mare: la capitaneria istruisce gli studenti delle scuole

LeccePrima è in caricamento