Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Casarano

Abusi e maltrattamenti tra i banchi di scuola, a giudizio una maestra elementare

L'imputata è accusata di lesioni personali e maltrattamenti. Nel corso delle indagini è stata sospesa dall'insegnamento per sei mesi

LECCE – Abusi e maltrattamenti tra i banchi di una scuola elementare di Casarano. E’ questa la grave accusa con cui un’insegnante 64enne di Casarano, M.R.S., è stata rinviata a giudizio dal gup Michele Toriello al termine dell’udienza preliminare, in cui i genitori di una delle presunte piccole vittime si è costituita parte civile con l’avvocato Mauro Marzano, che ha citato il Miur come responsabile civile.

L’imputata, assistita dall’avvocato Giovanni Bellisario, ha sempre negato le accuse e risponde di maltrattamenti e lesioni personali. Il processo si aprirà il prossimo 5 luglio dinanzi al giudice monocratico della seconda sezione del Tribunale di Lecce. Nei suoi confronti era già stata emessa la misura interdittiva della sospensione dall’insegnamento per sei mesi.

A dare avvio all’inchiesta è stata la denuncia di alcuni genitori, che hanno raccolto le confidenze dei figli, spaventati dagli atteggiamenti aggressivi della loro maestra. Le indagini dei carabinieri della compagnia di Casarano hanno fatto emergere un clima di paura tra i piccoli alunni, con atteggiamenti violenti e inopportuni da parte della 64enne. In particolare, tra i casi contestati, sarebbero stati costretti a rimanere in ginocchio e a pestare i piedi per scacciare il diavolo. In un’occasione avrebbe colpito con uno schiaffo, durante l’ora di ginnastica, un bambino con protesi acustica all’orecchio. Accuse che saranno confermate o confutate in sede dibattimentale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusi e maltrattamenti tra i banchi di scuola, a giudizio una maestra elementare

LeccePrima è in caricamento