Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Colpo grosso dei ladri nel campo fotovoltaico: spariti 170 pannelli

La recinzione tagliata con una cesoia. La scoperta di un vigilante nelle campagne di Aradeo. Le indagini sono affidate ai carabinieri. Il danno è ingente e in via di quantificazione

Un campo fotovoltaico (repertorio).

LECCE – Un furto consumato e uno sventato, con tanto di arresti. La notte a cavallo fra sabato e domenica è stata movimentata sul territorio salentino. Nel caso di un colpo piuttosto ingente di pannelli fotovoltaici, avvenuto nelle campagne di Aradeo, le indagini sono però rese difficoltose dal mancato funzionamento del sistema di videosorveglianza. Non si hanno quindi dettagli sul numero di malviventi, sui mezzi usati, nemmeno sull’orario preciso in cui hanno fatto ingresso nell’area.

Diverso lo scenario, invece, presso l’Eurospin di Melendugno, dove due uomini del posto, sono stati fermati (ne riferiamo in un articolo a parte). Il colpo grosso resta, comunque, quello perpetrato della zona di Aradeo, dove sono spariti nel nulla in piena notte circa 170 pannelli fotovoltaici.

LA BANDA: NON MENO DI CINQUE O SEI SOGGETTI

A volte ritornano. Era da un po' che non arrivava notizia di furti simili. Ma, si sa, periodicamente, si attivano anche nel Salento bande specializzate in questo tipo di colpi. Avvengono spesso su commissione e il bottino, di solito, è indirizzato fuori provincia o regione. Destinazione, via nave, verso mercati esteri, in particolare dell'Est e del Nordafrica.

Ingente il danno patito da chi investe in questo settore dell'energia alternativa. In questo caso, è ancora in via di precisa quantificazione.   

Il furto è stato scoperto da un vigilante dell’istituto Fidelpol che, nel corso di un normale giro di pattuglia, in contrada Mandrella, ha notato la recinzione di un campo fotovoltaico tagliata. Molto probabilmente è stata usata qualche cesoia. Le videocamere, come detto, non erano però funzionati, quindi i dettagli sono sconosciuti. 

Sono stati avvisati proprietà e carabinieri della stazione locale, dipendenti dalla compagnia di Gallipoli, e s’è scoperta in breve la sparizione di un numero ingente di moduli, tutti staccati con cura e caricati a bordo di camion o furgoni. Il campo è di un’azienda che ha sede legale a Bari. Il proprietario ha però domicilio a Milano ed è lì che sta effettuando la denuncia. La zona è piuttosto isolata, rispetto al centro abitato aradeino, e non è facile capire quale possa essere stata la via di fuga.

Di solito ad agire sono almeno cinque o sei individui (se non di più) con compiti diversi: dal conducente, al "palo", fino, ovviamente, alla manodopera vera e proria che deve occuparsi di smontare nel più breve tempo possibibile i moduli. Indagini svolte in passato hanno permesso di arrestate intere e corpose bande. Nell'aprile scorso, a una di queste, composta da dodici persone, fra marocchini e tunisini, sono state inflitte pene complessive per trent'anni. In quel caso furono arrestati dopo un furto di ben 500 pannelli da un solo campo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo grosso dei ladri nel campo fotovoltaico: spariti 170 pannelli

LeccePrima è in caricamento