Cronaca

Bagnino minorenne accusa: un professore di scuola nei guai per molestie

Un 62enne residente nel capoluogo salentino è stato ristretto al regime dei domiciliari, perché ritenuto responsabile di un episodio di violenza sessuale nei confronti di un 17enne. E' accaduto a Otranto, nel mese di luglio: dalla denuncia sono partite le indagini dei carabinieri della compagnia di Maglie

I carabinieri di Maglie

LECCE  - E’ finito agli arresti domiciliari con l’accusa di violenza sessuale su un minore e, nelle ultime ore, è stato fermato dai carabinieri della compagnia di Maglie, guidati dal capitano Luigi Scalingi. Un uomo di 62 anni, Cosimo Sergio Tafuro, docente di scuola superiore, residente a Lecce, dove tuttora esercita. E' stato ritenuto il responsabile di un episodio avvenuto la scorsa estate, a Otranto.

La vittima dell’accaduto è un ragazzo di 17 anni, residente a Maglie, adescato dall’anziano nel mese di luglio. Il giovane, bagnino presso uno stabilimento dei lidi di Otranto, sarebbe stato avvicinato dal 62enne il quale, dopo essersi denudato, ha ricoperto il giovane di complimenti, per poi passare alle molestie e, per finire, ai palpeggiamenti. Vittima di un iniziale blocco emotivo, il giovane ha però ripreso coraggio e, dopo aver scansato il molestatore, si è allontanato dalla spiaggia.

Soltanto alcuni giorni dopo, superato quel turbamento così vicino allo choc, il 17enne ha trovato la forza di raccontare quanto accaduto al mare ai propri genitori. Questi ultimi hanno immediatamente accompagnato il figlio presso la stazione dei carabinieri, per raccontare i dettagli dell'episodio e sporgere la denuncia. Sono scattate subito le ricerche, e la raccolta di indizi e testimonianze. Da quei riscontri, e dall'elenco dei clienti dello stabilimento in cui si è verificato l'accaduto, gli investigatori hanno informato la magistratura.

I militari dell’Arma, al termine della prima parte delle indagini,  sono così risaliti all'identità del 62enne. Nei confronti del docente, è stata emessa un'ordinanza di custodia cautelare, disposta da parte del gip del Tribunale di Lecce, Giovanni Gallo, su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica di Lecce, Maria Vallefuoco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagnino minorenne accusa: un professore di scuola nei guai per molestie

LeccePrima è in caricamento