Assalto al distributore del centro commerciale: ladri scappano dopo il maxi "rifornimento"

Ladri hanno colpito nella notte la stazione “Q8” di Cavallino, nei pressi della statale 16

I danni provocati dai malviventi nella notte

CAVALLINO – Ennesimo assalto a un distributore da parte della "Banda dell'Audi". Ladri “professionisti” e certamente conoscitori del territorio, intorno alle 3,20 della notte, hanno preso di mira l’area di servizio “Q8” di Cavallino, all’interno del parco commerciale “Conad”. Il colpo si è consumato in tre minuti e mezzo.

I malviventi sono giunti a bordo di un'Audi station wagon di colore scuro in quattro. Un altro, sempre con il volto travisato, conduceva invece  un furgone. Armati di flessibili e kit per lo scasso, sono riusciti a sradicare una colonnina per il rifornimento di carburante self-service, che contiene il deposito delle banconote inserite dai clienti. All'interno, un ingente bottino: nel corso del week-end, infatti, numerosi gli automobilisti che hanno fatto rifornimento nell'area di servizio posta in un punto strategico: a ridosso della strada statale 16.

Ne hanno anche danneggiato visibilmente un’altra, svuotandola, e una terza, lasciata ammaccata sul posto per l'intervento di una pattuglia dell'istituo di vigilanza Fidelpol, prima che i ladri riuscissero a prelevare il denaro. Il bottino si aggira attorno a diverse decine di migliaia di euro ma non è escluso che, al termine dei conteggi da parte del gestore del distributore, la somma possa anche aumentare. Al denaro prelevato dalla banda, si aggiunge infatti anche il valore del danno arrecato ai dispositivi.

Sul posto, in mattinata, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce, guidati dal maggiore Pasquale Carnevale, assieme ai colleghi della stazione di Cavallino, diretta dal maresciallo Riccardo De Bellis. Stando ai primi rilievi eseguiti nelle ultim oredai militari, che hanno anche visionato i filmati del sistema di videosorveglianza, i malviventi hanno scardinato le due colonnine, una delle quali rinvenuta poi in mattinata poco distante, servendosi di due mezzi rubati.

Per il lavoro della prima fase si sono serviti di un braccio meccanico rubato poco prima dalla discarica "Guarini", dalla parte opposta della carreggiata: per impossessarsil'escavatore, hanno smantellato un muri di cinta. Per portare l'apparecchio del self-service, invece, hanno usato un camion cassonato, prelvato dal parcheggio di un'azienda della zona industriale poco distante. Si tratta della "Sitem srl", specializzata nell'installazione di impianti per l'aria condizionata. Il furgone, con la colonnina asportata, è stato rinvenuto in una masseria abbandonata delle vicinaze.

Come se non bastasse, la banda dell'Audi si è anche procurata preventivamente delle batterie, che sarebbero potute servire per il camion, da un'altra azienda delle vicinanze: la "Stil Carta" srl", ditta che distribuisce prdotti di cancelleria. Un dettaglio tutt'altro che irrilevante: è infatti plausibile sospettare che i ladri conoscessero a menadito la zona e le strade circostanti. Non  è soltanto la fuga della banda lungo le vie di campagna a dimostrarlo. Ma anche le modalità (e l'agilità) con cui si sono mossi negli stabilimenti, sapendo di trovare l'occorrente per il loro piano d'azione. Le cui sequenze sono state però immortalate dal circuito di videosorveglianza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Covid, sei positivi in provincia di Lecce. Rollo: “Presenti in via temporanea”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento