rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Mare sicuro / Gallipoli

Autocarri e pala meccanica in azione sull’arenile: bloccato ripascimento non autorizzato

Accade a Gallipoli dove la guardia costiera sequestra le aree e i mezzi coinvolti in un intervento risultato privo dei necessari titoli. Scatta il deferimento per i soggetti ritenuti responsabili

GALLIPOLI - Due autocarri e una pala meccanica in azione sull’arenile di Gallipoli: i militari della guardia costiera intervengono e sventano il ripascimento illegale.

L’operazione rientra nell’ambito di “Mare sicuro 2023”, con tutta una serie di verifiche messe in atto a tutela delle coste, del mare e dei bagnanti.

L’episodio contestato è accaduto nelle giornate scorse sul litorale della Città Bella, dove gli uomini della guardia costiera hanno sorpreso una pala meccanica e due autocarri nei pressi di un’area costiera in concessione ad uno stabilimento balneare della zona: è scattato il sequestro dei mezzi, della stessa area in concessione e di un parcheggio asservito allo stabilimento per un totale di circa 1085 mq.

I militari, in un’operazione congiunta mare-terra, hanno, dapprima, scoperto delle movimentazioni sospette di materiale inerte tipo sabbia e successivamente interrotto le operazioni.

L’intervento ha permesso di accertare in particolare che fossero in corso lavori di ripascimento del tratto costiero con l’ausilio di materiali, la cui compatibilità ambientale sarà oggetto di verifica.

I lavori di ripascimento, commissionati dal titolare dell’attività turistico-ricreativa, sarebbero risultati privi dei titoli autorizzativi necessari, fatto che ha comportato il deferimento alla competente Autorità Giudiziaria dei soggetti che, a vario titolo, sembrerebbero coinvolti per deturpamento ambientale e altre violazioni demaniali, urbanistiche e ambientali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autocarri e pala meccanica in azione sull’arenile: bloccato ripascimento non autorizzato

LeccePrima è in caricamento