Incendio distrugge Fiat Marea del titolare di una palestra

Non ci sono segni di dolo, si pensa a un cortocircuito. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri. Il rogo è divampato intorno alle 4 del mattino. L'autovettura, parcheggiata in via Villafranca

CARMIANO – Erano le 4 del mattino quando, all’improvviso, un’auto ha preso fuoco. Le strade di Carmiano, a quell’ora, erano deserte. Il veicolo, una vecchia Fiat Marea, era stato parcheggiato abitualmente la sera precedente sul margine sinistro in via Villafranca, nei pressi di casa dei proprietari, non molto lontano dall’imbocco, all’incrocio con via Stazione. Via Villafranca, zona semicentrale di Carmiano, è lunga e stretta. Vi sono soprattutto abitazioni private, case basse intervallate da villini.

In breve la zona è stata invasa dal fumo, che ha reso l’aria irrespirabile. Sono stati chiamati i vigili del fuoco, ma all’arrivo della squadra ormai non c’era altro da fare, se non spegnere le fiamme residue. La Marea è andata completamente distrutta. Per fortuna, non c’erano altri mezzi nelle vicinanze. Non s’è creato, dunque, il classico effetto domino.    

FullSizeRender_1-8Il veicolo è di proprietà di un 56enne, titolare di una palestra. I vigili del fuoco non hanno trovato alcuna traccia residua di liquido infiammabile, né contenitori sospetti o tracce di altri elementi che facciano sospettare un atto doloso. Si pensa a un cortocircuito.

Il proprietario e la sua famiglia, dal canto loro, non hanno mai subito minacce, pressioni, richieste particolari, né sembra che abbiano attriti con qualcuno. La denuncia presso la stazione locale dei carabinieri è stata presetanta questa mattina. Nella notte, una pattuglia del Norm di Campi Salentina aveva svolto un primo sopralluogo.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Impossibile, ormai, contare il numero di casi che avvengono ogni notte in provincia di Lecce per i motivi più disparati. Solo ieri, si era registrato un altro episodio a Leverano. In quel caso, a quanto pare, nessun dubbio sulla matrice dolosa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento