rotate-mobile
Cronaca Tricase

Colpo di pistola al torace, ma all’arrivo dei soccorsi è ancora in vita

Un agente immobiliare di Tricase ha tentato di togliersi la vita oggi nella sua abitazione con un’arma detenuta legalmente. E’ stato trasferito d’urgenza al pronto soccorso. Sconosciute le cause del gesto

TRICASE - Si è sparato un colpo di pistola al torace, ma il disperato tentativo di farla finita non è riuscito perché all’arrivo dei sanitari del 118, l’uomo, un agente immobiliare di Tricase, 44enne, era ancora in vita ed è stato trasferito, in ambulanza, a sirene spiegate nel pronto soccorso dell’ospedale “Cardinale Panico” di Tricase. Al momento, non sono note le ragioni all'origine del gesto. 

Il drammatico episodio è accaduto oggi, intorno a mezzogiorno, nell’abitazione dell’agente, dove sono giunti i vigili del fuoco, su richiesta dei carabinieri della compagnia di Tricase, che hanno provveduto ad aprire la porta d'ingresso. Stando ai primi riscontri, svolti dai militari, l’uomo avrebbe tentato il suicidio utilizzando una pistola detenuta legalmente, dopo averla puntata al petto. L'uomo è stato sottoposto a un intervento chirurgico. Al momento è ancora ricoverato in prognosi riservata.     

Ieri aveva lasciato un messaggio su Facebook, indirizzato evidentemente alla cerchia dei conoscenti più stretti, perché indecifrabile da esterni sulle motivazioni di un evidente stato di difficoltà personale, ma agghiacciante nel finale, in cui sosteneva che ci dovesse essere un modo di "mettere un punto a tutto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo di pistola al torace, ma all’arrivo dei soccorsi è ancora in vita

LeccePrima è in caricamento