menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo i furti a raffica, scatta la rete: preso mentre forza la porta di un bar

A Copertino i carabinieri hanno arrestato un 44enne. Cercava di entrare di notte in una caffetteria, usando una spranga

COPERTINO – E alla fine è stato preso. Ovviamente non c’è la certezza, al momento, per dire che ci sia stata sempre la mano di Donato Alemanno, 44enne di Copertino, in una serie di furti avvenuti di recente in città, e sempre nell’arco notturno, ma sarà compito degli investigatori appurarlo. Per ora, c’è stato un arresto in flagranza di reato, avvenuto nelle ore piccole, nel corso di un servizio organizzato ad hoc dai carabinieri della tenenza, per dare una risposta concreta dopo l’allarme scoppiato a Copertino, specie fra i commercianti. Furti, a volte anche solo per rimediare pochi spiccioli, con danni però notevoli a infissi e vetrate.  

Alemanno, noto alle forze dell’ordine, è stato “pizzicato” nel vivo. I pattugliamenti sono aumentati e così, all’improvviso, calata la notte e arrivato il coprifuoco imposto per la pandemia, è stato sorpreso mentre tentava di forzare la porta della caffetteria Malf di via Tenente Colaci, usando una sbarra di metallo. Subito bloccato dai carabinieri, è stato condotto in caserma e arrestato. E ora si trova nel carcere di Borgo San Nicola, a Lecce.  

Come detto, a Copertino si sono verificati diversi furti, nelle ultime notti. Alcuni solo tentati. L’apice, forse, quella fra il 25 e il 26 gennaio, quando almeno tre sono stati gli esercizi commerciali presi di mira, con danni variabili. E così, l’attenzione sul territorio è salita. E ora, quello che potrebbe essere un autore seriale di “colpi”, cosa che i militari cercheranno di accertare, è finito in manette.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento