rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca Veglie

Evade e incendia il negozio rapinato nel 2016 a pochi metri da casa: incastrato

Un 22enne di Veglie, ristretto ai domiciliari per il colpo in un negozio di abbigliamento, è finito ora in carcere

VEGLIE – Evade i domiciliari e appicca il fuoco al negozio in cui ha messo a segno la rapina che gli è costata l’arresto. Nuovi guai per il 22enne di Veglie, finito in manette nel novembre del 2016 per un colpo in una rivendita di abbigliamento, fuggendo con soli 70 euro per poi tentare un’altra rapina subito dopo, armato di coltello nelle poste.

Intorno alle 14,30 di ieri, è uscito dalla propria abitazione nonostante la misura restrittiva alla quale era sottoposto. Ha raggiunto il negozio di abbigliamento rapinato due anni e mezzo prima e, munito di benzina, ha versato il liquido infiammabile sulla saracinesca. Le fiamme sono divampate immediatamente, ma il danno fortunatamente è stato registrato soltanto sulla saracinesca: il locale è stato risparmiato dalla furia del fuoco e l'infisso lievemente annerito.

Immediato l’intervento dei carabinieri della stazione locale, guidati dal maresciallo Raffaele Lezzi e dei colleghi di Campi Salentina, coordinati dal capitano Alan Trucchi. I filmati del sistema di videosorveglianza hanno incastratosin dai primi fotogrammi l’autore del gesto: il giovane è stato subito riconosciuto e raggiunto dai militari dell’Arma. Peraltro era ristretto ai domiciliari a circa 50 metri dall’esercizio al quale ha dato fuoco. Al termine delle formalità di rito, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, il 22enne è stato trasferito in carcere con l’accusa di evasione e danneggiamento a seguito di incendio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade e incendia il negozio rapinato nel 2016 a pochi metri da casa: incastrato

LeccePrima è in caricamento