menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto: l'incendio a Maglie.

In foto: l'incendio a Maglie.

Fiamme nella campagne, il racconto di una residente: "Ho temuto il peggio"

L'incendio in zona San Sidero domato dopo molte ore. Provvidenziale un vigile fuori servizio: "La mia casa avrebbe preso fuoco"

MAGLIE – Fiamme che si propagano dalle campagne di Maglie, ingrossate dal forte vento di scirocco e arrivano a minacciare il centro abitato. Se non fosse stato per l'intervento tempestivo di un vigile del fuoco, ieri pomeriggio, la situazione sarebbe precipitata.

Sono stati lunghi minuti di terrore quelli vissuti da una signora residente nella zona San Sidero che ha voluto raccontare la sua terribile esperienza ai microfoni di Lecce Prima. Erano passate di poco le 13 del 3 agosto quando lei e la madre hanno avvertito un'improvvisa puzza di bruciato. L'odore, forte e insopportabile, ha inondato tutta la casa e ha fatto temere il peggio.

Dalle finestre dell'abitazione, nel bosco circostante, si vedevano già le fiamme che si stava propagavano lungo le sterpaglie, fino alla strada asfaltata adiacente. Un incendio di cui abbiamo scritto ieri. 

“La mia casa e quella dei vicini è circondata da un boschetto e abbiamo avuto paura – racconta lei -. Ho chiamato i vigili del fuoco che mi hanno detto di telefonare al 115. Senza perdere tempo in inutili polemiche, ho chiamato il 115 che però era già stato allertato dai miei vicini di casa. Nel giro di poco tempo sono arrivati gli uomini della Protezione civile che si sono resi subito conto della drammaticità della situazione: le fiamme infatti erano già alte e anche avvicinarsi con la macchina, addentrandosi nel boschetto, sarebbe stato pericoloso”.

Video | L'immenso incendio nella zona di Maglie

14004a45-c54f-4ab3-ac1b-7dd8e799549b-2“Ho deciso di agire tempestivamente e ho chiamato un amico, un vigile del fuoco, che si è precipitato sul posto – ha proseguito la signora -. Resosi conto della gravità della situazione, il vigile ha intimato ai ragazzi della Protezione civile di mettersi al riparo all'interno della mia abitazione. Il fuoco infatti aveva già attraversato la strada sino ad arrivare a incendiare gli alberi del mio appezzamento di terra. Le fiamme erano enormi e nel giro di un'ora sono arrivate le camionette dei vigili e anche un canadair. L'incendio è stato domato intorno alle 18 ma il fuoco tuttora non è spento”.

“Non so quale sia la causa dell'incendio: di certo questa zona delle cave è utilizzata come fosse una discarica abusiva e il bosco non è molto curato, ci sono sterpaglie e alberi secchi e i controlli sono insufficienti. Gli stessi pompieri non sono riusciti ad attraversare il boschetto e hanno domato le fiamme da casa mia”, ha proseguito la signora.

I vigili del fuoco e gli uomini della Protezione civile hanno lavorato tutta la notte e tutto il giorno e la signora ha voluto ringraziarli pubblicamente: “All'inizio hanno incontrato qualche difficoltà nel raggiungere il posto considerato che i mezzi erano già impegnati in altre operazioni di soccorso ma poi tutto è andato per il meglio. Il mio ringraziamento particolare va al vigile che, pur non essendo in servizio, è accorso immediatamente sul posto: senza di lui la mia casa avrebbe preso fuoco”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento