Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Furto di armi nella forestale, a due anni dalla scarcerazione Arcati torna in cella

Il 36enne di Leverano, coinvolto nella vicenda avvenuta a San Cataldo nell’estate del 2014, è stato nuovamente accompagnato in carcere

I carabinieri di Leverano

LEVERANO – Torna in carcere Antonio Boris Arcati, il 36enne di Leverano, coinvolto nella nota vicenda del furto di armi nella caserma del Corpo forestale di San Cataldo, nel 2014. I carabinieri della stazione locale, dopo diverse segnalazioni e denunce per via delle violazioni da parte dell’uomo, lo hanno nuovamente accompagnato nell’istituto penitenziario di Borgo San Nicola.

Il 36enne, aveva infatti presentato istanza per l’accesso ai benefici penitenziari. Dopo aver ottenuto il regime degli arresti domiciliari come arcati-3-2-2misura alternativa, è finito nuovamente nei guai. A circa due anni dalla scarcerazione, infatti, per lui si riaprono le porte del carcere.

La magistratura leccese, viste le ripetute denunce da parte dei militari di Leverano, ha revocato il provvedimento e ripristinato il carcere. Nel corso della mattinata, i carabinieri guidati dal maresciallo Gianluca Pagliara, hanno infatti nuovamente accompagnato Arcati in cella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di armi nella forestale, a due anni dalla scarcerazione Arcati torna in cella

LeccePrima è in caricamento